accedi   |   crea nuovo account

Gigi a Venezia Convegno Scuola Librai cap 4

Quarto capitolo: compleanno di Papero

Papero è uno dei tanti nomignoli che ho affibbiato a mio figlio, oggi 23 è il suo compleanno, gli manderò un messaggino e poi lo chiamerò stasera, è la prima volta che sono lontano di casa proprio oggi, un giorno importante, e Papero lo sa, ti voglio bene, figlio mio! Ieri sera
siamo andato nella locanda “da Ignazio”, con dei motoscafi taxi, piccoli traballanti e secondo me oltremodo pericolosi, tant’è che al ritorno ho preferito farmela a piedi, il menù era splendido, al mio tavolo c’era il signor Ulrico Hoepli, la sua insostituibile vice presidente, due professori della Cà Foscarina, fra cui il prof Vescovi, al quale, per la sua innata e spontanea allegria, ironia, giocosità, ho detto: Prof, confessi lei ha sangue napoletano nelle vene, “peggio ancora” mi ha risposto ridendo, “ce l’ho calabrese!”, poi c’era l’amministratore delegato della Einaudi, il nostro “padrone di casa” per quella cena, insomma il gotha dell’editoria e della cultura italiana… e, cosa veramente sorprendente, e per me, assai gratificante, tutti loro adorano la mia città, tutti ci sono stati, e tutti conoscono il gruppo Guida nel quale lavoro da 30 anni; molti di loro hanno conosciuto il mio primo maestro “don Rafele Guida” e tutti conoscono l’attuale boss della famiglia “don Mario” e tutti, assolutamente tutti si sono raccomandati che portassi i loro saluti e la loro stima al mio capo!
Intorno alla mezzanotte, con un cielo finalmente stellato, ma con un freddo polare, ce la siamo fatta a piedi, un gruppetto di una ventina di veterani del libro, chiacchierando, scherzando, ammirando quei palazzi incantevoli, ci siamo fermati ai cancelli della restaurata università, deliziosamente ed elegantemente illuminata anche a notte fonda, ci siamo fermati intimiditi, dinanzi la casa di Goldoni, abbiamo guardato e ammirato i tetti di molte case con le terrazze “prendisole” rigorosamente in legno antico.
Insomma, non voglio fare il promoter turistico, ma se avete soldi (molti) da spendere, fatevi una settimana a Venezia, possibilmente d’inverno!
Sono quasi le 8 devo scappare per il raduno al traghetto che ci porterà alla fondazione Cini, sull’isola di S. Giorgio Maggiore, che ospita la nostra scuola, sarà un’altra giornata dura, oggi analizzeremo uno studio di fattibilità, costi, ricavi, investimenti, qualità, indicizzazioni, flussi monetari…. già ne ho le scatole piene, speriamo bene!

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 26/04/2009 19:17
    complimenti!!
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 24/02/2008 13:01
    Cronaca di un giorno passato in un luogo... con il cuore rimasto da tutt'altra parte!
    Bè.. in fondo anche alice nel paese delle meraviglie era in un luogo e invece ne visitava un altro...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0