accedi   |   crea nuovo account

Metaldog

PARTE PRIMA
È la mattinata della confusione a Roma perché sta per sposarsi Franco Monroe chiamato da tutti “Frank”, figlio del presidente della nazione proprio nella capitale d'Italia dove nell'anno 2004 ha iniziato tutta la storia. Mentre gli sposi vanno in chiesa insieme al presidente, Giovanni Monroe che ha un cognome straniero proprio perchè suo padre era inglese, chiamato da tutti “John”, fuori vicino alla chiesa si vede un barbone che si scola una bottiglia ed è vestito tutto nero e con un lungo cappuccio in testa ovviamente sempre di colore nero e infatti, proprio per questo, in giro tutti lo chiamavano “uomo nero” dove in giro si raccontavano varie storie di malvagità ma fortunatamente nessuna vera. Finito di bere, l'uomo nero entra in chiesa e tutti lo osservano molto stupiti ma il suo cuore viene colpito dallo sguardo di Cora Monroe figlia del presidente e sorella di Frank, una donna bionda, occhi azzurri, magra e oltretutto appena “single” e per tutta la cerimonia l'uomo nero la fissa ma all'uscita della chiesa, l'uomo nero, subito si allontana e va dietro un palazzo. In quello stesso momento negli Stati Uniti, il presidente della nazione Genny Levisky in Italia chiamato giustamente “Gennaro”, tiene un discorso in diretta che annuncia di troncare l'alleanza con l'Italia ma Genny essendo un religioso animista, dice che va a Roma per impossessarsi di una certa METALDOG, la spada che secondo lui, rappresenta il loro dio perché ha combattuto molte guerre con la sua nazione ma, per l'alleanza con l'Italia, l'ex presidente della nazione ormai morto ha affidato la spada all'Italia per ricordo. John ora, ha affidato la spada a Frank per il suo matrimonio e la sera, festeggia prima di partire per le nozze con Carmen Zauri sua moglie, all'aperto dove durante il discorso, John annuncia di affidare la METALDOG a Frank. Dopo quelle parole, l'uomo nero che st seduto a terra a bere sotto un albero mentre ci sono varie donne a prostituirsi e quindi decide di alzarsi e va verso il palco dove John sta parlando mentre con gli occhi torna fissare Cora che intanto parla con due uomini molto belli e muscolosi ma la prima a notare che l'uomo nero che era interessato sia a Cora e sia alla METALDOG è stata Carmen che alla fine del discorso, anche Cora lo fissa per due volte e in lui vede uno sguardo molto familiare. A questo punto l'uomo nero si allontana e va verso il tavolo con il cibo per la festa per prepararsi un piatto da mangiare e mentre si versa il cibo, vede due ragazzi picchiarsi per chi si deve fidanzare con una ragazza, mentre li guarda, mangia il cibo e molto gentilmente divide i due ragazzi dalla rissa facendola fermare. Subito dopo, arriva Cora vicino a lui che aveva osservato tutto e gli dice che il presidente lo attende all'interno della villa dove Cora l'accompagna. Nello stesso momento la TV annuncia la decisione di Genny e parla di un suicidio di un uomo e una sparatoria avvenuta in piazza Navona nel pieno centro di Roma. Cora accompagna il barbone nella stanza di suo padre dove tutti lo attendono con ansia di scoprire chi possa mai essere quel misterioso personaggio. Appena arriva nella stanza, John, il presidente, gli fa alcune domande sul nome, sul luogo da dove viene e sul perché era lì. L'uomo nero non risponde a nessuna delle domande e dopo un minuto di silenzio dice di chiamarsi UOMO NERO. Appena ciò entra nella stanza Francesco Navarra vecchio amico di Jhon chiamato “Francisc” che spiega tutto: l'uomo nero, Genny, la METALDOG, la fine dell'alleanza e con la scusa della METALDOG la conquista dell'Italia che ha intenzione di fare Genny con una guerra. Francisc sa tutto ciò perché un consigliere di Genny, Mark Anderton è la spia di Francisc che essendo poliziotti è già da alcuni mesi che sorvegliano Genny. Francisc spiega tutto a John che visto la situazione, Frank parte lo stesso per le nozze la sera stessa e appena soli Francisc, John e il barbone, si confessano e il barbone dice di essere nient'altro che “Flavio Noviello” vecchio amico ed ex-capitano dell'esercito di John ammettendo che dopo la sua scomparsa è vissuto per cinque anni per strada esattamente come i barboni a Milano fino a quando è riuscito a rubare i biglietti del treno per arrivare fino a Roma dove tre giorni fa Francisc gli ha spiegato la storia e l'ha chiamato per aiutare per aiutare gli eserciti a vincere la battaglia ritornando ad essere un vero capitano dell'esercito. John lo saluta con tanto affetto e vedendolo senza cappuccio con capelli e barba lunghi, non riesce a riconoscerlo mentre Cora spiando e sentendo tutto, va nella stanza, fissa Flavio lo saluta e lo accompagna a mangiare, lo fa lavare, radersi e dormire tutto ciò mentre John riceve una minaccia a telefono da Jenny che dice di prepararsi alla guerra perché ha già mandato i primi eserciti a recuperare la METALDOG e a combattere. Intanto, mentre dormiva Flavio sognava sempre le stesse cose, cose che vedeva ogni giorno per strada: la brutalità del mondo tra guerre, drogati, prostitute, ubriachi, gang di criminali o baby-gang e molte altre cose ancora, tutte viste in realtà con i suoi occhi e quindi viene svegliato da un incubo quando la mattina trova Cora che gli ha preparato la colazione dove i due iniziano un po a parlare dei loro ricordi e di tutte le cose fatte insieme quando Flavio era capitano ed era sempre stato un grande amico di Frank e Cora, l'unica donna con cui era riuscito a parlare in tutta la sua vita. I due vengono interrotti da John che dice a Flavio di prepararsi alla guerra e che non era tempo per i pensieri, avvisando un altro capitano sempre amico di Flavio ed aiutarlo, il suo nome è Alessandro Rossi chiamato “Alex” e fece interrompere anche le nozze di Frank per aiutarli a combattere e Francisc avvisò molti distretti e caserme a radunare validi uomini per aiutarli a combattere. Tutto era pronto, le prime armi tra cui anche spade e archi perché Jenny con una telefonata ha avvisato John di voler cavalcare la storia usando anche armi antiche, fabbri, soldati e capitani arrivarono in tempo per combattere la guerra ma la sorpresa più grande fu l'arrivo di Alex che salutò tutti ma soprattutto Flavio che non vedeva da cinque anni e nel frattempo a Roma iniziò la prima battaglia dove gli americani riuscirono a recuperare la METALDOG e dopo due giorni di guerre le truppe si ritirarono causando molte perdite e feriti. Flavio e Alex riuscirono a capitanare molto bene gli eserciti, ma era solo l'inizio della fine perché dovevano recuperare la METALDOG ma fortunatamente tutti gli alleati si schierarono a fianco dell'Italia perché nessuno accettava la follia di Jenny che dopo l'Italia aveva intenzione di conquistare anche tutti gli altri paesi alleati.

1234

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 12/04/2012 08:43
    Ottima capacità di introspezione
    proiettata sui personaggi,
    complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0