username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il corteggiatore

Eccolo entrare dalla porta sorridente, tentenna il busto a destra e sinistra, come un pendolo. Indossa un’impeccabile gessato. Solo perché snello pensa di essere irresistibile. Non ha nemmeno un po’ di muscoli sulle braccia. Avrà 30/35 anni, capelli corti, sale e pepe. Si chiama Fabio!
Cerca di non dare nell’occhio guardando la ragazza che gli interessa. Escogita un piano per far colpo.
Il piano A, cioè far vedere che ha un sacco di soldi.
Pagando, apre il portafoglio mostrando contanti e assegni. Parla del suo lavoro e di quanto tempo gli porta via, ma nota che non fa colpo.
Il piano A non va a segno, passa al piano B. La pubblicità.
Far amicizia con la sua collega, in modo da avere una buona pubblicità. La sua collega non fa altro che ripetere cose che Fabio ha già messo in mostra. Aggiungendo solo che ha un “macchinone”.
Il piano B non va a segno, passa al piano C. La pietà.
Parlare della brutta situazione che ha con la sua attuale ragazza.
Pessima mossa. La ragazza corteggiata, Marika, lo disprezza peggio, dandogli solo il merito di avere una “grande faccia tosta”. Al contrario della sua collega, Tiara, che, oltre a mostrare compassione, cerca di colpire l’interesse di lui dimostrando che è migliore della sua collega.

L’ultima volta che Marika vide Fabio, fu una sera in cui, le scarse possibilità di Fabio, precipitarono a picco.
Marika stava servendo una coppia di clienti simpatici e socievoli che ridevano alle sue battute.
Fabio osservava la situazione. Aspettando il suo turno con pazienza.
- Sai - esordì Fabio, quando tornarono soli " lunedì scorso, quando mi hai chiesto di non tornare, ho pensato che fossi nervosa e ti ho perdonato!
‘Perdonato?!’ elencò a mente Marika.
- Oggi sei loquace. Comunque hai sbagliato con quei clienti… non sei stata per niente professionale!
‘Non sono state professionale’ secondo punto elencato a mente.
- Tiara si che è una persona gentile e professionale… scherza sempre con me! La rispetto troppo…
‘La rispetta…’. Taam, taam, taam! Allarme rosso.
Delle sirene spiegate risuonarono nella mente di Marika. L’allarme suonava solo quando era satura. Sarebbe esplosa da un momento… e basta!
- Senti…. Fabio. Primo, non ho nulla da farmi perdonare. Non mi interessi e quindi qui non ci devi venire. Secondo! Faccio questo lavoro da oltre cinque anni. Ho clienti affezionatissimi che si complimentano per la mia professionalità. Infine, il rispetto. Rispetti Tiara e non la persona che corteggi??? Ed hai anche il coraggio di chiederti perché hai problemi con la tua attuale ragazza???
Fabio assunse un aria grave. Imbronciato farfugliò qualche frase di convenienza. Guardò l’orologio al polso, che si era dimenticato, quindi cercò il telefonino. Visto l’ora se ne scappò dicendo che sarebbe ripassato.
‘ Mmmhhh… penso che abbia perso interesse per me!’

 

2
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Francesco Garofalo il 04/11/2011 00:37
    belloooo bello bello
  • Ada FIRINO il 26/04/2008 16:59
    Bulli e pupe, eh!
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 18/04/2008 12:01
    Ha ha... molto divertente vinni. Davvero divertente... Leggiti anche il seguito riderai con me ciaoooooooooooooooooooo
  • Vincenzo Capitanucci il 18/04/2008 09:26
    Geniale
    Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    Ehi Pupa... non ti potrai liberarti di Me... sarò l'incubo gioioso della tua Vita

    Fabio
  • luigi deluca il 09/03/2008 18:05
    sa più di denuncia sociale che di racconto, si legge d'un fiato, si "vede" come un articolo di cronaca, (cronaca di vita quotidiana, giorno dopo giorno non basta il lavoro, la spesa, la casa e la famiglia... ti capitano pure gli ******* fra i piedi) oh come ti capisco
    gigi
  • TBK Francesco F. il 06/03/2008 07:43
    Troppo forte Lupo, bello sto racconto, molto simpatico!
  • Umberto Briacco il 05/03/2008 10:43
    x: il racconto è interessante ma la scrittura pare faticosa. mi ricorda tanto una mia amica che fa la barista.
  • Vincenzo Capitanucci il 05/03/2008 09:34
    Una bella condanna alla pianificazione... s'incarna in Fabio il modo di vivere di questa società... che tentenna fra destra e sinistra.. come un pendolo... quel gessato... mi ha fatto ridere di cuore... snello... di bella presenza... un'altra risata... sei grande Lupo Marika... la spontaneità... ti deve assomigliare... Tiara... la falsità?????.. con riferimento alla chiesa...
    Mi son dovuto impegnare molto per cercare di capirti... ma ti ho capito?????????..."o sono troppo condizionato dal mio pensiero''
    Comunque mi sono veramente goduto questo racconto... i frutti valevano gli sforzi..
    Un abbraccio... forte... forte... forte... non sono un tuo corteggiatore... non mi chiamo Fabio... e ti voglio bene
    Vincenzo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0