PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il tema dell'odio

È' stato scritto molto sul tema dell'amore, ma poco su quello dell'odio. Eppure anche l'odio è una emozione forte, congenita all'uomo; e senza l'odio l'amore non potrebbe esistere.
Conosco un nonnino che vive in una famiglia completamente felice. Un giorno gli ho fatto notare quanto è fortunato ad avere tanti figli e nipoti che vanno d'accordo e si vogliono bene. E questo nonno mi ha risposto:
"Ogni casa ha la sua ombra; si ricordi bene questa verità".
Il modo infantile, bambinesco, religioso di guardare la realtà, vede nel mondo solamente cose belle e buone. Il modo adulto, maturo di guardare la realtà vede nel mondo cose grigie ed ombre paurosamente nere. È sufficiente frequentare la società, le famiglie, i gruppi di persone per vedere tutti i sentimenti distruttivi: l'invidia, l'ipocrisia, la falsità e l'odio. Io ho visto queste cose e adesso preferisco restare fuori.
Coppie e amicizie sopravvivono finchè si sforzano di andare d'accordo. Non esisterà mai la coppia perfetta, l'amicizia perfetta e tantomeno la società perfetta. Le forze disgregatrici sono presenti dentro di noi. La parte oscura, l'ombra, è nascosta in ognuno di noi.
Io che sono riuscito a capire le donne ho deciso di lasciarle. Sono riuscito a capire gli uomini e ho deciso di lasciarli. Ma non si può vivere in totale solitudine! E allora? Adesso prendo le persone con il contagocce, ed evito tutti gli impegni. Così sono giudicato un uomo strambo.
Chi fa qualcosa, qualunque cosa, presto o tardi farà il suo contrario, si sentirà obbligato a farlo. La mente umana funziona così.
Abbiamo bisogno di amare e abbiamo bisogno di odiare. Potrei raccontare le storie degli amori folli che ho avuto con le mie donne. Potrei raccontare le storie dell'odio mortale che ho provato per i miei nemici. Ma non serve; ognuno può cercare dentro di sé per conoscere queste storie.
Anche gli uomini buoni odiano e sanno odiare più dei mediocri. Anche i grandi santi odiano profondamente; essi hanno inventato un essere su cui scaricare tutto il loro terribile odio. E questo essere lo chiamano il Diavolo.
Molti animali hanno il loro nemico naturale: il topo ha il gatto, la pecora ha il lupo Qual è il nemico naturale dell'uomo? Gli altri uomini, alcuni altri uomini.
Amore e odio si assomigliano, anche se sono due sentimenti opposti. L'amore e l'odio sono due sentimenti forti, irresistibili, ai quali l'uomo non può sfuggire. Con questo mio scritto non intendo giustificare l'odio, né tantomeno la violenza. Affermo solo che esiste.
Le necessità di amare e di odiare sono presenti nell'uomo. Egli deve solo cercare l'oggetto del suo amore e del suo odio. Quando non trova un oggetto adeguato scende con le sue pretese, purchè riesca a trovare un oggetto dove scaricare le proprie emozioni.
Dobbiamo amare e odiare, questa è la nostra natura. Dobbiamo amare la moglie, l'amico, il papa o il re; e dobbiamo odiare la moglie, l'amico, il papa o il re.

Marzo 2002

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0