accedi   |   crea nuovo account

Giochi del destino 3 (ultima parte)

Il telefono di lei è ancora in mano Sua, lo guarda ancora un attimo prima di frugarsi in tasca. " eccole! sapevo che affilarle non sarebbe stata una fatica inutile, ora prenderò il mio souvenir che andrà ad arricchire la collezione... abbiamo trascorso bei momenti insieme vero bambina?" Così dicendo si avvicina al corpo insanguinato e senza vita che giace ai suoi piedi, ne tiene spalancate le palpebre di un occhio con le dita rese sudaticce dall'emozione e avvicina le pinzette affilate al bulbo.

"Ora però la chiamo e poi la sgrido! cattiva! " Bip bip... TUUU TUUU

TRRRRING! TRRRRING! " Maledetto cellulare! proprio ora!"

TUU... TUU... TUU... TUU... TUUU

TRRRRING! TRRRRING! TRRREING! TRRRRING! Prende il cellulare ed in un impeto di rabbia lo scaglia con tutta la forza contro il muro del sottopasso, da vicino, con tutta la rabbia che ha in corpo. Ma il destino attende anche lui quella mattina, ed il telefono va in mille pezzi, esplode praticamente scagliando intorno plastica e schegge di vetro del display che schizzano contro di lui, gli finiscono in faccia, lo feriscono, incontrano i suoi occhi spalancati e lo accecano in un attimo infinito di immenso dolore. Lui barcolla, come un animale ferito e rabbioso, e i suoi piedi incontrano il corpo straziato di lei.

TUT TUT TUT TUT " ma cosa combina? riattacca!? "

Lui cade, cade con le mani che ancora cercano di lenire l'immenso dolore agli occhi, un dolore che non aveva mai conosciuto ma che, se avesse chiesto a lei, avrebbe saputo che ha un sapore ed un odore ed un volto, questa volta il volto è quello di lei morta con la lama di un coltello che spunta da quella gola che qualcun'altro amava baciare ma che per lui è il volto della morte che arriva.
E lui va a raggiungerla a faccia in giù verso un ultimo, fatale, bacio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Carlo Araviadis il 07/11/2010 15:16
    ... il finale è piuttosto inverosimile. Chiaro, è un racconto horror e non deve essere verosimile per forza.. buona comunque l'idea di "giustizia" che filtra.

    Uno stupratore un po' sfigato alla fine...
  • Alessio Cosso il 14/02/2009 23:05
    ... mi piace di più l'idea della beffa del demonio o del destino (appunto) divertito e crudele...
  • Alessio Cosso il 14/02/2009 23:05
    ... mi piace di più l'idea della beffa del demonio o del destino (appunto) divertito e crudele...
  • Fabrizio Carollo il 12/02/2009 00:42
    Epilogo originale e perfetto! La giustizia divina, se la vogliamo chiamare così... o una beffa del Demonio divertito...
  • laura cuppone il 16/11/2008 02:00
    ... bravo!!!
    piaciuto!!!
    Laura
  • GozzaGugh il 23/08/2008 17:50
    anche se appare un po' banale ti incolla gli occhi allo schermo finchè non hai finito. Forse sarebbe stato meglio se fosse stato un po' più scorrevole, però merita di essere letto. Bravo
  • Cinzia Gargiulo il 12/08/2008 08:20
    ... e tre!... finito!... Bravo. il racconto è coinvolgente.
    Un abbraccio...
  • Anonimo il 31/07/2008 11:31
    bella fine attendo cn ansia loa tua nuova opera!!!
  • Andrea Borio il 03/06/2008 21:16
    sconvolgente!!! me li sono letti tutti e tre d'un fiato...è così spaventosamente verosimile...
  • Alessio Cosso il 04/04/2008 11:49
    .. grazie Vincenzo... cerdo però che questo finirà qui; tra un po però ne inserirò un altro... spero ti piaccia altrettanto...
  • Vincenzo Capitanucci il 04/04/2008 10:57
    Spendido... TUT.. TUT.. TUT... TU... L'ULTIMO BACIO FATALE

    Geniale racconto in tre parti... ne vorrei una quarta... immensa... si può anche resuscitare.. nei film lo fanno... quando anno su cesso

    Con immensa stima e affetto
    v
  • Alessio Cosso il 03/04/2008 16:23
    ... non sapevo se il sito lo permetteva... non era per creare suspence!
    lieti, lietissimo che ti sia piaciuto...
    in futuro posterò qualcosa d'altro...
    ciao Caterina.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0