PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

?

è uno stato indescrivibile, che si può vivere e basta, nemmeno pensare. è come essere alla ricerca di qualcosa, ma non si sa quale sia l'oggetto, il fulcro di questa caccia. il sentimento di inquietudine ed insofferenza mi pervade, come un vento. un vento freddo, che gela ogni certezza e tutto è rimesso in gioco. le domande fioccano, senza risposte, nessuno può darmele. cosa cerco? cosa potrò trovare? cosa voglio fare? penso a questo e sgrano gli occhi, fisso in alto lo sguardo, mi guardo attorno nel tentativo che un oggetto, una figura mi dia una risposta, la risposta... ma è inutile. tutto si riconduce alla situazione iniziale. provo allora a traslare i pensieri verso il passato, alla ricerca di un fatto, di un qualcosa che non c'è, ma ancora nulla, sono ancora in attesa... di cosa non lo so. npenso al tempo, ai mesi che passano: non passa mai il tempo, e invece passa, eccome. e sono qui adesso. vorrei non passasse, ma allo stesso tempo voglio che passi; sentimenti e volontà che si contrastano e mi turbano! più sono solo e più mi stringono nella loro morsa, più mi feriscono con i loro coltelli, il sangue della sofferenza mi sporca i vestiti e io... non so che fare. sono qui ad aspettare, ma contemporaneamente non voglio aspettare. voglio andare. dove, non lo so.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti: