accedi   |   crea nuovo account

La Pattinatrice

Sono il vetro di un furgone, vedo passare di continuo marciapiedi, pali, paletti, strisce bianche, strisce gialle.
Vedo le donne della strada, nella loro confezione regalo tirata a lucido. Vedo tutto il mondo scorrermi davanti velocemente
e poi d’un tratto tutto si ferma. Non conosco l’indipendenza. Vado dove mi portano, sempre.
Oggi non so dove mi stanno portando, vedo solo case, automobili,
oscurità all’orizzonte e giallo lampione ad intermittenza.


Sono gli occhi della pattinatrice. Vedo gli occhi scuri della notte e l’asfalto scorrere veloce.
Vedo le immagini di quand’ero piccola mescolarsi con la strada. Vedo i miei cinque anni sui pattini,
il volto di mio padre, il mio istruttore,
il mio primo amore sui pattini, la fasciatura alle caviglie.
Mi vedo riflessa sul vetro del furgone. Il trucco delle mie ciglia, il colorito delle guance.
Vedo il futuro triste, tutto il mio lavoro gettato al vento, l’insicurezza che avrò in quel momento.


Sono la musica. Sono quello che sentite quando chiudete gli occhi.
Sono dentro di voi e irradio questo stadio del ghiaccio da cima a fondo.
Vi inebrio di sensazioni e vi ammorbidisco il cuore.
Sto suonando un pianoforte.
Sto muovendo l’aria attorno a voi e vi cado dentro ad ogni nota, nel profondo.


Sono lo stadio del ghiaccio. Oggi sono pesantissimo, non riesco nemmeno a vibrare, a riecheggiare.
Tutti mi salgono sopra, tutti mi scivolano addosso. C’è chi si siede sulle mie spalle e chi mi solletica la pancia.
Oggi reggo a fatica il peso. Il peso di questa mia vita fatta di resistenza, di attesa.
Sono la culla dei successi e la culla delle delusioni. O visto piangere, ridere, stare bene e stare male.
O sentito mille storie e conosco molti volti. Molti.


Sono un istante di tempo. Riesco a nascere e morire nello stesso momento e non do tempo a nessuno e a niente.
La mia vita è brevissima, ma alle volte racchiude il lavoro di una vita intera.
Oggi sono nato allo stadio del ghiaccio. Oggi sono morto allo stadio del ghiaccio.

12

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • bute 76 il 01/12/2009 19:12
    Da tenere d'occhio.
    L'apicoltore
  • elia zebe il 31/05/2008 21:27
    Grazie! Grazie davvero etrus!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0