username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tema: sto viaggiando nel tempo...

TEMA:
Sto viaggiando nel tempo, vedo scorrere tutto su di un monitor,
e in un qualunque momento, in qualunque posto e tempo, posso
inserirmi... il candidato indichi come, dove, quando e perché


Svolgimento:
Ora che so che posso farlo, ho deciso, lo farò, li cercherò nel tempo, li guarderò dall'alto mentre si corteggiano, mentre lei, vezzosa come non mai lo seduce con un solo sguardo... e lui, marinaio in licenza, imbarazzato ma lusingato al contempo, si liscia la barba, rossa, curata fino alla mania, e ghignando, immagina scenari di amore e di sesso, sì, li seguirò dall'alto li controllerò in ogni loro gesto, sguardo, sorriso, atto, avvicinamento.

E poi? Poi ho deciso, impedirò in ogni modo la loro unione, troverò il sistema per allontanarli, l'uno dall'altra, lui, bene, che se ne torni a governar macchine e motori diesel, nel fracasso e nella puzza della sala macchine, e lei? Che se ne torni nella sua umida e calda e soffocante padania, si, che se ne vada via da questo mare ingannevole che le ha fatto credere la vita possa essere azzurra.

Gira che ti rigira, ho centrato il momento giusto, sintonizzo il monitor, le rotelline sono tutte sincronizzate, anno, mese, giorno, ora, ecco il momento x il momento in cui Vincenzo è pronto a dichiarare il suo amore alla piccola Eolie, il momento in cui, lei, col cuore che le batte a mille, è più che pronta ad accettare la sua dichiarazione e la sua immediatamente successiva proposta di matrimonio. Ecco ci siamo, meno 3, meno 2, meno 1... lui tenendole le mani le sta per dire... ZZZZZZAAAAPPPPP... il raggio laser letale e inesorabile colpisce la scena, crea sconcerto, molti, attoniti, si guardano attorno, non capiscono se un fulmine a ciel sereno o chissà cosa abbia turbato con quel tremendo boato, un tranquillo pomeriggio...
lui, oramai, per effetto della scarica, dimentico di lei, torna lentamente all'approdo, lei, altrettanto dimentica di tutto quanto stava per accadere, sente improvvisamente nostalgia per la nebbia, che, sorella consolatoria l'aiuterà a nascondere la propria esistenza.

L'ho fatto, l'ho fatto,
così adesso non sentirò il dolore della loro mancanza, non conoscendoli non potrò nè amarli nè odiarli quando se ne vanno.
Tiè, destino, t'ho fregato, li ho fatti allontanare prima che potessero generarmi...
cavolo... cavolo... allora se non mi hanno generato... io... chi... cosa sono... cavolo... ho la sensazione che mi sto sciogliendo... che sto sparen...

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Patrizia Cremona il 01/11/2014 12:07
    mi piace viaggiare nel tempo... forma surreale di pensieri e tempo
  • Paola Pinto il 04/11/2010 18:31
    Bravo! Molto carino... io però se avessi simile macchina la userei per evitare che venisse al mondo un certo nanetto molto conosciuto... ma si, lo dico Silvio Berlusconi!
  • MARCO POLVERELLI il 26/10/2010 11:13
    Un brano che rende apprezzabile, molto apprezzabile la tua capacità di scrittura
  • Anonimo il 12/01/2009 17:55
    Destino beffardo, sincronicità pericolose, paradossi classici che fanno capolino..
    mi e' piaciuto Luigi, molto.
    Avevo scritto un cosa tempo fa.. che mi ricorda molto il tuo finale... si intitolava Un tipo di Infinito... Mi sa che ora la pubblico.. Ti allego qui il finale..
    Ciao!
    ... Dunque.
    L'universo e' infinito. questo lo prendiamo per assunto.
    L'idea d'infinito può essere un metafora di ciò che non riusciamo bene a comprendere (mi dicono&hellip
    Si. Ma e' anche un fatto, credo, oggettivo...
    Bene,... che se parliamo di un universo infinito, questo non può essere composto da parti finite.
    La somma di parti finite non da infinito.
    Ovvero, questo può essere composto da infinite parti finite, quindi…
    Quindi dobbiamo pensare che ci sono infinite galassie, infinite stelle, infiniti pianeti e sistemi solari e quindi, per semplice correlazione e conseguenza, infinite Terre.
    Infiniti pianeti Terra…
    Quindi ora in questo momento, ci sono infiniti Duke che scrivono.
    Infiniti Duke che, in un pianeta Terra parlano per chat.
    In un altro un Duke lotta per sopravvivere ad un evento cosmico di catastrofiche dimensioni.
    In un altro stà nascendo proprio ora… in un’altro ha già 8 bambini.
    In un rigoglioso pianeta Terra, magari, colto da improvviso malore, neanche riesc……
  • luigi deluca il 20/07/2008 17:55
    grazie Arnaldo, vedo con dispiacere che non hai ancora condiviso le tue poesie con noi, ti invito, dunque, pubblicamente a renderci partecipi delle
    tue opere. gigi
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 13/07/2008 20:26
    bella storia anche se la fine gli si è ritorta contro al "protagonista" un che di ironico. certo che cmq il fantascientifico non ti si addice come stile... questa era come una prova ma ogni scrittore ha un genere suo in cui scrivere dove riesce a dare tutto se stesso. Questo è stata come una prova di Buon scrivere ma senza parte del tuo cuore.
    Io mi posso permetterlo di dire perchè... bè... forse non posso permettermi ma ormai l'ho detto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0