username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tout court 2

Ogni altro nome, personaggio o riferimento diretto è puramente casuale. Alcuni
sketch sono popolari, altri frutto di fantasia dell’autore.


******

Personaggi: Dario Matricardi (psichiatra)
Silvana Rossi (moglie)
Stefano Matricardi (primogenito)
Anna Matricardi (secondogenita)
zia Betty (zitella)
sig. Alvisi (ex paziente dello psichiatra)
sig. Stelvio (amico di Dario, ex galeotto)

******
Mi chiamo Dario Matricardi, sono psichiatra, sposato da tredici anni con la bella (mica tanto, in onor del vero) Silvana, conosciuta all’obitorio cittadino perché conoscevamo un morto che era parente di…(tralasciamo questo particolare, meglio!).
Il mio lavoro, psichiatra come dicevo, porta a incontri ben strani nel mio studio, e fuori l’ambulatorio pure. In casa, con i due pargoletti, Stefano e Anna… bhe, lo saprete più avanti!
Il primo caso “da matti”, se vogliamo permettere, è accaduto una mattina di qualche anno fa, nel mio studio. Un’avvenente ragazza mi spiega:
“Dottore, lei deve aiutarmi. Ogni volta che bevo qualcosa, perdo la testa e mi faccio corteggiare dal primo uomo che capita.”
“Lei è fortunata aver fatto tappa nel mio studio; certi miei colleghi, insensati, potrebbero averle detto: “Vogliamo berci qualcosa?” “
“È quello che mi piace sentire!”
“Suvvia, signorina! Le propongo la Mimoserina, che l’aiuterà a non commettere pazzie del genere. Come si chiama?”
“Calvi Milena. Milena senza y!”
“Veramente Milena non ha la y.”
“Per l’appunto. Lo dico sempre.”
“Cara Milena, ho idea che qualcosa proprio non funzioni nel suo cervellino! Potrei farle una domanda particolare? A che ora si alza al mattino?”
“Non appena il primo raggio di sole entra dalla finestra.”
“Ciò accade molto presto dato che siamo nel periodo estivo.”
“No, la mia stanza è a ovest, dottore.”
“Cristo! Lei è fusa completamente! Non dovrei permettermi ammettere ciò, ma ho buone ragioni per chiuderla in una clinica psichiatrica. Le offro un tentativo di saper meditare come si deve. Che cosa fareste se lei fosse nei miei panni?”

123456789101112131415161718192021222324252627

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 19/01/2013 19:07
    Maratona della risata, è stato piacevole e divertente leggerla.
  • Ugo Mastrogiovanni il 06/09/2009 18:37
    Sei veramente eccezionale caro Gianmarco.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0