PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fame d'amore

Ecco! È successo di nuovo. Ho perduto la testa per una ragazza! Ma questa volta è diverso: Rossella è unica e meravigliosa.
Gli incontri brevi e quasi furtivi, le conversazioni sottovoce, i silenzi, gli sguardi nelle sere d'autunno, creano un alone di magia. Queste cose sono come i drappeggi, i canti, i dipinti che circondano gli sciocchi testi della religione; l'arte nobilita e rende credibili anche le finzioni e le buffonate.
L'arte abbellisce le cose, trasfigura la realtà. L'arte è dunque una frode? Sì, ma anche la Natura usa l'arte per ingannarci. Infatti, cose inutili come i capelli, il colore degli occhi, i profumi, le curve del seno e del sedere valorizzano e rendono divina una donna comune.
Cosa fa Rossella nel gioco dell'amore? Nulla? Si lascia corteggiare lasciando tutta la fatica all'uomo? Non esattamente. Anche lei fa la sua parte. Il suo compito è molto sottile e delicato. È il lavorio segreto delle seduzioni che deve rimanere sempre celato, sotterraneo, nascosto. Tutto deve apparire casuale, e il compito di conquistare la femmina deve ricadere solo sul maschio. Lei aiuta, favorisce, attizza questo compito, però nel più profondo segreto. Nessuno deve sapere nulla.
Agli occhi di tutti Rossella fa la ritrosa, fa la ragazza indifferente, anche se segretamente attira, stimola, seduce E la Natura ha dotato la femmina di grande sensibilità per attuare questo compito.
Oggi in strada Rossella era dietro di me e ha salutato forte la sua amica per attirare la mia attenzione. Così io mi sono voltato, l'ho vista e sono rimasto insieme a lei. Ma la ragazza non vuole concedere troppo, e dopo alcuni minuti è andata a casa.
Questo e altri cento piccoli trucchi fa Rossella per attrarre l'attenzione, per sedurre, per offrire e ritrarsi. È sempre così; l'eterno gioco dell'amore: un offri e fuggi.
La bellezza di una donna, le sue attrattive consistono solo nella nostra grande fame d'amore, nella nostra capacità di illuderci. Rossella è una Dea per la quale stravedo e provo tante emozioni; lei è unica, è la donna ideale, la donna dei miei sogni. Eppure Eppure Rossella è una donna come tutte le altre, con pregi e difetti come tutte le altre. Non è bellissima, non è unica. Se indagassi su di lei scoprirei che è conformista come le altre, è sciocca e furba come le altre.
Quando scoprirò tutto questo? Quando la mia fame d'amore sarà appagata o diminuita. Allora valuterò Rossella come realmente è. Allora avrò finito di stravedere, di sopravvalutare.
Ma a quel tempo, probabilmente, stravedrò per un'altra donna.

Novembre 2002

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Mary Ceraulo il 11/12/2008 02:09
    Rispecchia la realtà...è vero che molti uomini per "fame d'amore" tendono ad idealizzare una donna.. e questo, capita anche a noi donne... perchè è facile perdersi in un modo perfetto di vedere la persona che ci intriga... poi scopriamo che la realtà spesso è ben diversa..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0