username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Comme des cigarettes.

Sei come le sigarette.
Sai di '68, di bohemien e di anni '80.
Profumi di ribellione innata, inconsapevole, quotidiana e disinteressata. Il basco è il tuo grido e il sigaro, stretto fra le labbra serrate, ti fa da bandiera. Hai il fascino dei poeti, dell'imprevisto e della perversione, ma nei tuoi occhi c'è la divina commedia della vita metropolitana. Hai le mani degli scrittori e le tasche dei vagabondi: piene di ricordi che attendono solo di essere raccontati.

Ed è quando mi accorgo che non riesco a cingerti con le braccia, tanto è grande il tuo petto, che si quadra il mio cerchio e l'infinito prende una sua dimensione. Con estrema quiete lascio che le tue mani, grandi come badili, m'accarezzino il capo, sino a cancellare ogni mio altro desiderio che non porti il tuo nome.

Tua, sino all'alba di ogni sospiro.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • laura cuppone il 20/04/2011 13:12
    abbracciare la bandiera ideale
    .. le braccia non bastano...
    il tuo voto é sacro
    tenervi fede
    é l'avventura...

    laura
  • Federico Ghillino il 16/12/2009 19:39
    complimenti
  • cristina gafton il 25/01/2009 00:26
    wow.. fai venire i brividi con le immagini che riesci a scatenare..
  • cristina gafton il 25/01/2009 00:26
    wow.. fai venire ibrividi con le immagini che riesci a scatenare..
  • eleonora davoli il 16/01/2009 22:05
    non ti dirò brava, ne bella, ne niente... credo che una persona come te non voglia sentirsi dire questo. Sappi che se in così poche righe sei capace di esprimere così tante suggestioni.. vale davvero la pena che tu continui a scrivere.
    ti leggerò ancora.. per capire se sei decadente quanto me.
    ele

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0