username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

[Senza titolo]

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 12/10/2009 16:03
    Bella è divertente... goduta in pieno in quanto napoletano... verace!
  • Anonimo il 19/08/2009 13:27
    ehi,, io sono di Parma, ma ho orecchio e adoro Napoli.
    Lo spirito di Napoli è nel cuore, non in Campania.
    Ho capito eccome! E mi sono divertita molto.
    Grazie!
  • Luciano Sansone il 22/08/2008 13:20
    Non mi scoraggio, stai tranquillo. Questo monologo l'ho recitato il 13 di agosto a Grosseto. Chi ha capito e si è divertito è stato il pubblico napoletano, gli altri si sono limitati al semplice sorriso. Ma è ovvio, anch'io non capirei il milanese, il genovese, il bergamasco e così via.
    Grazie per il tuo commento.
  • VINCENZO ROCCIOLO il 22/08/2008 12:29
    Bella, divertente, ironica, come l'autentico spirito napoletano.
    Tante persone non ne comprenderanno il significato, ma anche se riuscissero a comprendere tutte le parole, non potrebbero comprendere l'anima di questo scritto, perché qui c'è Napoli, e il vero, autentico spirito napoletano, incarnato qui da Pulcinella, lo può comprendere solo chi è permeato di quello spirito.
    Come rendere in italiano la bellezza e la freschezza di una frase del genere:
    "Shé! L'ha culpit' 'a malatia! È stata essa c'ha culpit' 'a malatia... Chiatta, corta e russagna ca mme pareva 'na cucozza fraceta".
    No, Luciano, non si può tradurre in italiano; perderebbe tutta la sua forza e il suo vigore.
    Anche se riceverai pochi commenti, tu non ti scoraggiare, Luciano, e continua a scrivere nel nostro meraviglioso dialetto, perché sei bravissimo.
    Un saluto affettuoso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0