PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Alla mia Maestra!

Finalmente libera!
Ho spezzato tutte le catene che mi tenevano ancorata a terra e ora mi alzo in volo, librandomi leggera nell'aria.
Come un gabbiano sorvolo il mondo dall'alto libera dai pregiudizi, dai moralismi, dalle false illusioni e dalle dipendenze. Capace di godere delle cose belle che mi si presentano giorno per giorno.
Lo devo a Te, che attraverso dolore e sofferenza, mi hai insegnato che la vera libertà non dipende da altri, ma è solo dentro di me.
Niente indulgenza, come ogni buon maestro sei stata inflessibile e hai preteso molto da me.
Più volte sono stata per cedere ma Tu non lo hai permesso e mai mi hai facilitato il compito, non avrei imparato.
Ad ogni bastonata che mi accasciava al suolo corrispondeva una Tua spinta a guardarmi dentro, a scoprire la mia forza e a tirarla fuori. Tante volte ho creduto di morire e invece sono sopravvissuta.
Tu mi hai resa consapevole di ciò che sono, della mia forza e dei miei limiti, mi hai insegnato ad accettare anche quelli.
Ho imparato ad amarmi e ad amare gli altri.
Da Te ho appreso che felicità non è l'attimo che diventa eterno. Felicità è vivere il momento che fugge, unico, irripetibile...
Quante lacrime ho versato mentre imparavo!
Quante volte non capivo!
Ma Tu non ti sei impietosita, non hai desistito dalla Tua lezione, sei andata avanti, severa e materna al tempo stesso.
Tu volevi il meglio per me perchè mi volevi forte, autonoma
e capace di amare in maniera totale.
Ed io oggi Ti amo infinitamente, perchè oggi ho capito.
Se non ho avuto tutto quello che mi aspettavo so che comunque sono viva e questo è un grande dono.
Fino all'ultimo respiro c'è tempo per amare, sognare, sperare.
Per tutto questo io Ti dico grazie e mentre volo libera, come sognavo da bambina, io brindo a Te, brindo alla Vita, mia Maestra per eccellenza!!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosanna gazzaniga il 20/01/2012 21:03
    Leggendo, mi sono immedesimata e meravigliata! Mi ha fatto capire che tutti noi, abbiamo la stessa matrice, siamo fratelli! Ogni esperienza ci riconduce a risultati comuni, qualsiasi risultato venga evidenziato. Un racconto che trasmette forza! complimenti!
  • Giacomo Scimonelli il 20/01/2012 05:33
    ''... Fino all'ultimo respiro c'è tempo per amare, sognare, sperare...''il tuo racconto porta obbligatoriamente a delle riflessioni. La vita è la maestra per eccellenza e sta a noi allievi apprezzarla e viverla accettando anche i rimproveri e le dure prove che essa mette dinanzi. Non sempre ci si rende conto di tutto ciò e la si butta via perdendosi per strada.. si getta la vita non rendendoci subito conto della vera essenza che ci regala. Pensieri i tuoi veritieri.. condivisi ed apprezzati. Complimenti.

62 commenti:

  • lidia filippi il 20/01/2012 21:25
    Belissimo! È esperienza comune... I maestri sono prima di tutto esempi, maestri di vita! Bravissima Cinzia! Un bacione
  • Cinzia Gargiulo il 20/01/2012 21:15
    Grazia, Giacomo e Rosanna grazie per aver commentato... Un abbraccio a tutti voi...
  • Grazia Denaro il 20/01/2012 21:12
    Un racconto che incita ad andare avanti, a non mollare mai, QUESTO CI RENDE PIù FORTI ED AUTONOMI NEL PRENDERE ANCHE DECISIONI IMPORTANTI E TUTTO CIO' S'IMPARA DALLE BASTONATURE CHE A VOLTE LA VITA CI DA. COMPLIMENTI CINZIA A TE E SOPRATTUTTO ALLA TUA MAESTRA CHE TI HA RESA PIU' FORTE.
  • Cinzia Gargiulo il 17/01/2012 22:27
    Grazie mille Angela... un caro saluto...
  • Angel Bruna il 17/01/2012 14:37
    Da Te ho appreso che felicità non è l'attimo che diventa eterno. Felicità è vivere il momento che fugge, unico, irripetibile...
    Bellissimo!
  • Cinzia Gargiulo il 12/12/2011 10:20
    Hai ragione Fernando sulle maestre... ah bé io sono maestra...
  • Fernando Piazza il 12/12/2011 09:22
    P. S. Leggendo i commenti scopro che ti riferisci alla Vita come unica e vera maestra... mi scuso per non aver capito, anche se quella maiuscola iniziale avrebbe dovuto insospettirmi, però non rinnego quanto detto sulle maestre (o maestri, nel mio caso), che restano per me figure di un certo peso...
    Letto in questa chiave il testo assume un altro spessore...
  • Cinzia Gargiulo il 12/12/2011 09:11
    Grazie Fernando per la lettura... ma la Maestra di cui parlo è la Vita...
  • Fernando Piazza il 12/12/2011 09:05
    Beh, che dire? Evviva le maestre e non solo per quello che insegnano ma per COME lo fanno... Anch'io ho un ottimo ricordo della mia, che all'epoca era unica, in tutti i sensi. Ben scritto, un omaggio doveroso. Se oggi siamo quello che siamo, un po' lo dobbiamo a loro. È bello, a distanza di anni, ricordare quelle figure che sono state per noi un punto di riferimento importante nella nostra vota, contribuendo in maniera preponderante alla nostra formazione e alla nostra crescita. Brava.
  • Cinzia Gargiulo il 21/07/2009 00:13
    Grazie Giuseppe per aver letto un'altra pagina della mia vita.
    Bacioni...
  • Giuseppe Bellanca il 20/07/2009 16:53
    Chi è più Maestra della Vita? si Cinzia quante cose ci insegna giorno per giorno, non finiremo mai di imparare le innumerevoli lezioni che si pongono davanti il nostro passo, ci forgiamo di queste e le nostre cicatrici riflesse allo specchio ce ne ricordano il dolore. Ciao.
  • Cinzia Gargiulo il 15/02/2009 19:11
    Elisa sei giovanissima!... Mi auguro che la vita ti insegni tanto regalandoti tante esperienze piacevoli ma l'importante è che tu non ti lasci mai piegare e che conservi sempre la gioia di viverla pienamente e con positività.
    Benvenuta nel sito, passerò a leggerti.
    Un bacio...
  • Elisa Tronci il 15/02/2009 18:57
    Beh io la vita ce l ho ancora tutta davanti ed è così poco quello che ho imparato..
    Ma queste parole sono bellissime, fanno venire voglia di viverla e di raccontarla. Spero un giorn di poterlo fare, di brindare alla mia maestra anche io..
  • Cinzia Gargiulo il 15/02/2009 18:55
    Maria io sono una maestra per cui capisco bene quello che vuoi dire... sono convinta che una maestra un po' severa dia molto di più ai suoi alunni rispetto a quelle troppo accomodanti, perciò ho paragonato la Vita ad un Maestra.
    Grazie di cuore per il tuo commento.
    Baci...
  • Cinzia Gargiulo il 15/02/2009 18:51
    Grazie Elisa per aver commentato.
    Un abbraccio...
  • Maria Lupo il 15/02/2009 01:55
    Ci sono troppi commenti ad alto livello, oltre quelli scherzosi. Io mi limito a ringraziarti per aver così valorizzato la figura di una maestra in un momento in cui ci si affanna a demolire i maestri... in tutti i sensi...
  • Elisa Tronci il 14/02/2009 16:45
    Una forza e una voglia di vivere incredibili.. Brava, veramente.
  • Donato Delfin8 il 11/02/2009 13:51
  • Cinzia Gargiulo il 11/02/2009 08:20
    Grazie Donato!... Sei un vero tesoro...
    Dai non fare quella faccetta triste...
    Baciotti... al caffè...
  • Donato Delfin8 il 11/02/2009 02:18
    qui tutta la tua forza e voglia di vivere
    però quanta nostalgia
    grasssie a presto.. anke le richieste son state commentate
    ^^ visto ke bravo?
  • Donato Delfin8 il 21/12/2008 12:22
    grazie a te
  • Cinzia Gargiulo il 21/12/2008 12:19
    Mi hai fatto ridere di gusto Donato... GRAZIE PER TUTTI I COMMENTI E PER IL DIVERTIMENTO...
  • Donato Delfin8 il 21/12/2008 12:01
    vabbeh mi lecco la carezza.. tie'
  • Cinzia Gargiulo il 21/12/2008 11:59
    Mi dispiace Donato... ma la nutella è finita!!!... per mangiarla con le mani ora sono tutta appiccicosa... UNA DOLCE CAREZZA PER TE... hihihihi...
  • Donato Delfin8 il 21/12/2008 11:50
    si si vanitosa.. lo fai per distrarmi...
    incomincia a correre.. ti ho vista sai che ti sei fregata la nutella!!
  • Cinzia Gargiulo il 21/12/2008 11:24
    WOW!!!... GRAZIE!!!... Sto per montarmi la testa e trasformarmi in una gran vanitosa!!!...
  • Donato Delfin8 il 21/12/2008 11:21
    Bellissima! tra un po' mi farai finire lo spazio tra i preferiti hihihih
    continuo!
  • Cinzia Gargiulo il 19/12/2008 14:17
    Grazie Bruno per il tuo commento.
    Un abbraccio...
  • bruno guidotti il 19/12/2008 10:44
    Bravissima Cinzia, sei stata una maestra come io sempre le ho raccomandate, un caro saluto, Bruno.
  • Cinzia Gargiulo il 07/09/2008 12:01
    Grazie Gigi sei un amico molto caro. Ti voglio bene!...
    Un forte abbraccio...:bacio:
  • luigi deluca il 07/09/2008 11:51
    Quando la Vita, in qualità di Maestra, incontra una Alunna come te...
    improvvisamente comincia a sorridere, ed avrà un occhio di riguardo, le Lezioni e le Bastonate che ti ha dato sono perchè Lei sapeva e sa, di che pasta sei
    gigi
  • Cinzia Gargiulo il 05/09/2008 15:09
    Certo Ada è proprio quello che ho intenzione di fare.
    Grazie per il tuo commento e per il tuo sostegno.
    Un :bacio:
  • Ada FIRINO il 05/09/2008 10:47
    Brava Cinzia, spezza le catene, come ti dicevo. Vola libera e lasciati andare all'amore, alle emozioni, senza più controllo né remore. Vivi l'attimo, fallo tuo ed accogli le sensazioni che ti fanno VIVERE!
  • Cinzia Gargiulo il 30/08/2008 00:54
    Fabio hai perfettamente ragione quella libertà di cui parlo è stata una conquista dura... Sul fatto di condividere o meno con gli altri la mia acquisita autoconsapevolezza e l'acquisizone della mia libertà interiore non so se sia giusto posso solo dire che la mia spontaneità naturale mi porta a condividere. Se questo diventa dono per gli altri che potrebbero avere una spinta a fare un loro cammino interiore ben venga. Per quanto possa essere un cammino difficile e che una volta intrapreso non finisce più posso dire a tutti che ne vale la pena. Quando siamo liberi dentro non ci fermiamo alle apparenze o ai formalismi che la società impone ma impariamo a distinguere l'essenzialità delle cose e solo allora apprezziamo veramente la vita.
    Grazie del tuo commento così profondo.
    Un :bacio:
  • Fabio Mancini il 29/08/2008 22:48
    Cara, Cinzia, c'è chi la libertà non sa apprezzarla perchè preferisce rincorrere il potere ed il denaro che schiavizzano e annebbiano la coscienza, altri preferiscono scegliere le comodità della vita, piuttosto che l'impegno e la coerenza, altri ancora cercano la dipendenza dei rapporti piuttosto che l'autonomia e la verità dei sentimenti. Purtroppo in molti casi si registra che quelli che dovrebbero essere degli alleati naturali per il nostro sviluppo morale e psichico, coloro che dovrebbero aiutarci a trovare il giusto equilibrio delle cose, alla fine si rivelano dei falsari, degli illusionisti, dei traditori. Mi sembra ovvio che a "certe condizioni" parlare di libertà assume un significato ed una rilevanza molto diverse rispetto al comune senso che la gente da alla libertà. Quando i nostri migliori "amici" si trasformano nei più cinici e spietati carnefici, parlare di libertà sembrerebbe più retorica che altro. E quell'iniziale "Finalmente libera!" ha tanto il sapore di una conquista bramata e desiderata con tutte le tue forze, nonostante le tantissime morti apparenti, nonostante la durezza della grande Maestra sei sopravvissuta cambiando ogni volta forma e diventando sempre più forte di prima. La vera Maestra ti ha purificato con le sue lezioni. Mi chiedo: un dono così bello e profondo come quello dell'autoconsapevolezza è un bene da custodire gelosamente per se stessi, oppure è un valore da condividere con gli altri? L'acquisita libertà, serve a migliorare la propria qualità della vita, oppure è il viatico per la libertà per altri sofferenti? Lancio queste provocazioni solo per farti riflettere che probabilmente il tuo modo di reagire, di pensare, di agire potrebbe far molto bene a tante persone che non hanno avuto la tua forza. Tuttavia apprezzo tantissimo la tua apertura. Un bacio, Fabio.
  • Cinzia Gargiulo il 27/08/2008 00:22
    No, la strada non è mai come vorremmo... e per alcuni è più tortuosa che per altri... ma la Vita è questa e va bene così.
    Grazie Adamo, un :bacio:
  • Adamo Musella il 26/08/2008 23:12
    Quel brindisi ti rende libera e consapevole che la strada non è mai come vorremmo che sia. Le tue parole sono piene di te e della tua energia cara Cinzia un abbraccio e un :bacio:
  • Cinzia Gargiulo il 26/08/2008 11:52
    Sara grazie del tuo passaggio. Io e quella Maestra, la Vita, siamo legate indissolubilmente e quindi l'ascolto con attenzione e da lei continuerò ad imparare per sempre.
    Un :bacio: mia cara.
  • Cinzia Gargiulo il 26/08/2008 11:50
    Sì, Monica così è!
    Grazie di esserti fermata.
    Un abbraccio...
  • sara rota il 26/08/2008 11:32
    Non è da tutti avere una maestra così in gamba... serbare per sempre un bel ricordo e se puoi ogni tanto sentila, falla partecipe della tua vita.
  • Monica d il 26/08/2008 11:25
    La vita maestra di sè stessa. Così è.
  • Cinzia Gargiulo il 25/08/2008 00:44
    Grazie Rosarita appena possibile andrò a dare un'occhiata.
    Un abbraccio...
  • Rosarita De Martino il 24/08/2008 20:15
    Cara Cinzia, anch' io sono una maestra e ho molto apprezzato la tua riflessione in cui tanto mi ritrovo. Pertanto ti invito a leggere il mio diario spirituale, dal titolo "Storia di una chiamata" pubblicato in capitolo su Artcurel. it/Rubriche autori, nel quale racconto anche le mie esperienze scolastiche. Un abbraccio Rosarita
  • Cinzia Gargiulo il 23/08/2008 01:58
    Grazie dolce Sabrina... Forse questo scritto è grande perchè da questa Maestra così severa ho imparato la lezione...... ma che fatica!!... E c'è sempre da imparare...
    Un :bacio: anche a te.
  • F S il 23/08/2008 01:41
    Secondo me qst scritto è speciale, perkè più ke uno scritto è la vita stessa ke è nostra madre... a volte è impietosa ma alla fine ci si rende conto ke nulla avviene per caso, ma tutto è motivato... mi sn smp piaciuti i tuoi scritti, ma sta volta sei stata proprio grande!!! Un :bacio: ed un Cenerentola.
  • Cinzia Gargiulo il 22/08/2008 16:22
    Grazie Rita per la tua presenza.
    Si ho letto ti risponderò quanto prima.
    Un :bacio:
  • rita giannini il 22/08/2008 15:50
    Grazie, Cinzia, per questa poesia che è un inno a resistere a tutte le "batoste" che la vita, grande maestra, ci mette davanti...

    p. s. ti avevo scritto giorni fa sulla mail, ma se non ci vai, dimmi pure che quando voglio scriverti uso questo sito...
  • Luciano Sansone il 21/08/2008 23:58
    Le tempeste, le bufere, i vuoti d'aria sono sempre in agguato ma io so che tu non cederai, riuscirai a governare il tuo volo fino a planare dolcemente in una verde prateria.
  • Cinzia Gargiulo il 21/08/2008 23:43
    Luciano come farei senza gli amici come te sempre pronti a sostenermi e incoraggiarmi?...... Tua nonna come tutti gli anziani era una grande saggia
    e io questo messaggio lo trasmetto sempre ai miei alunni...
    Io sto facendo del mio meglio amico mio con la consapevolezza che il volo non sarà sempre tranquillo ci saranno degli scossoni dovuti ad altre "tempeste" che dovrò affrontare ma posso farcela...
    Un grosso :bacio:ne anche a te.
  • Luciano Sansone il 21/08/2008 23:26
    Mia nonna diceva: chi ti fa piangere ti vuole bene, chi ti fa ridere ti vuole male.
    Questa grande maestra che è la vita attraverso le sofferenze, i dolori ci fortifica mettendoci in condizione di affrontare il prosieguo del cammino fino all'ultimo giorno, all'ultimo secondo.
    Sta a noi saper decodificare e non cedere e tu, cara Cinzia, sembra che ci stai riuscendo. Sei grande.
  • Cinzia Gargiulo il 21/08/2008 23:22
    Grazie Ignazio... ma non dire se potrò devi volerlo fortemente... volare è bellissimo!...
    Per quanto riguarda la maschera mi stava troppo stretta, non fa per me, è da tempo che l'ho buttata via. Mi mostro per quella che sono se piaccio e qualcuno si unisce a me ben venga sennò continuo il volo da sola... ormai ci ho preso gusto...
    Un grosso :bacio:
  • Cinzia Gargiulo il 21/08/2008 23:11
    Giacomo grazie di cuore!...
    Grazie per l'accostamente a Leopardi poeta che ho sempre amato anche se io ho scelto di abbandonare il pessimismo...
    Un grosso :bacio:
  • Aedo il 21/08/2008 18:41
    Un inno alla vita, che vuol dire un inno a te stessa. Sei riuscita, sorpassando sofferenze, ostacoli di varia natura, il perbenismo di una società troppo soggiogata a regole astratte che sanno di niente, a prendere coscienza di te stessa, delle enormi potenzialità possedute e a gridarle con sincerità e sicurezza, incurante dei volti malefici di chi non vuole manifestare se stesso, ma solo una maschera che lo imprigiona in assurde catene. Vola libera, Cinzia, solleva il tuo inno e librati con la gioia di essere libera. Io, se potrò, cercherò di venirti dietro.
    Ti abbraccio :bacio:
    Ignazio
  • Anonimo il 21/08/2008 17:09
    Questa tua versione della Vita maestra di vita, quindi di se stessa e per riflesso maestra tua che vuoi viverla, questa vita, mi ricorda alla rovescia la natura matrigna del Leopardi. Invece tu vedi la vita in modo positivo e questo sforzo lo trovi dentro il tuo istinto di sopravvivenza che ti insegna a superare con la logica e con l'esperienza le parentesi negative.
    Un buon esempio per i giovani... una riconferma di certi valori per noi matusa. Ciao Cinzia e brava in tutto, per il racconto in se e per le tua forza d'animo.
    Giacomo
  • Cinzia Gargiulo il 21/08/2008 15:24
    Si è vero ho personificato la Vita perchè è così che la sento una persona che mi ama e chi ama non ti insegna le cose in modo accondiscendente. Ti fa crescere lasciandoti affrontare le difficoltà da solo ma vegliando a distanza su di te e guidandoti a trovare la tua forza dentro di te. Tutti abbiamo delle risorse dentro di noi solo che il più delle volte non ce ne rendiamo conto.
    Mi auguro tu abbia scoperto le tue...
    Grazie ancora.
    Un :bacio:
  • bruno saetta il 21/08/2008 15:09
    Si, ma ne parli in maniera tanto "personale" e sentita, che sembra come se fosse un essere vivente che ti accompagna passo dopo passo.
  • Cinzia Gargiulo il 21/08/2008 15:03
    La mia unica Maetra Bruno è stata la Vita, una vita dura ma che mi ha portato ad essere la donna che sono oggi ma sicuramente lungo la strada in questi anni ho avuto tanti incontri e tutti mi hanno lasciato qualcosa.
    Lasciano un segno anche le persone che ci fanno male ma sta a noi, nel tempo, imparare a decodificare i segni e trasformare in positivo anche ciò che ci appariva solo negativo, è qui che compiamo la grande svolta...
    Grazie per la tua attenzione.
    Un abbraccio...
  • bruno saetta il 21/08/2008 14:45
    È una cosa bellissima poter dire di aver vissuto con persone che ti hanno insegnato ad essere, e a crescere. Queste persone, come la tua Maestra, sono così rare, ma indispensabili, quelle che ti mostrano la via, non quella diritta e semplice, ma quella che si inerpica per il bosco oscuro e pauroso.
    Quella più difficile. Ma quando torni alla luce, avrai un bagaglio di esperienze che non ha pari.
    Commovente!
  • Cinzia Gargiulo il 21/08/2008 12:03
    Vincenzo c'è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso alla fine di luglio che mi ha dato la determinazione per spezzare l'ultima catena, la più pesante e la più difficile da tagliare... ma so bene che ancora ci saranno ostacoli da affrontare c'è già chi sta intervenendo per tarparmi le ali ma non ci riusciranno ora so che ho la giusta forza per combattere le mie battaglie...
    Ma io combatto con la forza dell'amore e ho scoperto finalmente tanto amore per me stessa...
    Grazie per le tue parole sempre profonde...
  • Cinzia Gargiulo il 21/08/2008 11:54
    Grazie Alberto...è un coraggio e una forza che nascono dalle sofferenze patite dalla nascita e si arriva ad un punto in cui si ha bisogno di riscatto perchè la vita è una e non possiamo sprecarla. È giunto il momento di vivere pienamente senza lascirsi condizionare dal passato...
    Grazie di cuore per le tue parole e per esserti fermato.
    Un abbraccio...
  • Alberto Veronese il 21/08/2008 11:06
    quanto coraggio e sangue e linfa. complimenti. ciao.
  • VINCENZO ROCCIOLO il 21/08/2008 10:12
    Quella "Maestra" ha creato un capolavoro: una persona vera, che ha saputo guarire le sue ferite, asciugare le sue lacrime, togliere il fango che ostruiva la sua strada, per dare vita ad una donna con una grande capacità di amare: la vita, gli altri, i suoi bambini, la natura, la scrittura.
    Sono felice per te, Cinzia: "sono libera" è un'affermazione forte, è la consapevolezza di chi ha fatto un lungo percorso, passando attraverso sofferenze, sangue e lacrime, ma che è riuscita finalmente a librarsi nell'aria e a volare.
    Vola Cinzia, il tuo sogno di bambina dagli occhi tristi, quel sogno che facevi per evadere da una realtà opprimente e violenta, si sta realizzando.
    Vola, guarda dall'alto le miserie umane, gli affanni di uomini piccoli, insignificanti, incapaci di amare e capaci solo di odio e violenza, e sii felice del tuo volo, perché è solo volando, innalzandosi al di sopra le meschinità e le mediocrità, che si può incontrare il volo di un'altra persona libera e darti quella possibilità di sperare, sognare, amare che tu stai cercando.
    La vecchia Cinzia non c'è più: è nata una nuova Cinzia, forte, viva, libera.
    Qualcuno lassù sarà contenta, perché ce l'hai fatta anche per lei.
    Ti abbraccio con tanto affetto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0