accedi   |   crea nuovo account

Preludio d'amore

Ieri notte ho fatto un sogno molto strano ed alquanto... buffo e voglio raccontartelo.

"Mi ritrovo a correre nel fitto di una foresta, un uomo molto alto mi segue o mi insegue (non so), un cappuccio bianco calato sul volto lascia trasparire solamente  i suoi occhi, penetranti, inquietanti. Ogni tanto mi volto a guardarlo impaurita ed al tempo stesso, affascinata. Ma continuo a correre. Sugli alberi delle scimmie urlanti mi lanciano addosso delle noci di cocco. Cado, una scimmia pelosissima e dal ghigno feroce mi strappa un pezzo di vestito, se lo mette al collo a mo' di sciarpa, mostra i denti e mi morde una scarpa. Riesco a scappare ed all'improvviso mi trovo davanti ad un fiume impetuoso, mi volto a guardare l'uomo e... cado in acqua come un sacco di patate. Lui mi tira fuori e tra le sue mani mi trasformo in una lumachina. Sento le sue dita sul guscio che mi accarezzano e cercano di asciugarmi, poi, non so bene come... mi ritrovo nei miei panni (bagnati) di donna e continuo a sentire le sue delicate mani sul mio volto. Sento freddo, molto freddo. Guardo l'uomo: non ha più il cappuccio e, di colpo, mi appare il tuo viso! Improvvisamente mi attiri a te, mi baci a lungo.
Mi stacchi di brutto da te, lasciandomi senza fiato. Ti guardo e sussurro: "Acci...! Però!"
Poi sono io ad afferrare te, ti bacio a mia volta, e poi, mentre mi strizzi un lembo del vestito, sussurri: "Però!... Acci...! ".
Poi ci guardiamo e scoppiamo a ridere come due matti".

Forse il fragore di quella risata mi sveglia... mi ritrovo ancora a sorridere.. Sono le 5 del mattino.
Resto sveglia a lungo, nel piacevole ricordo di quei baci e di quella risata.
Però... accidenti! Era solo un sogno.

Ho ancora dentro il ricordo delle mie passeggiate sulle bianche scogliere di quest'isola che tu ami tanto, dove ho respirato il tuo spirito, ho calpestato i tuoi passi, dove ho assorbito la tua presenza in tutto ciò che vedevo, in ogni colore che i miei occhi riuscivano a cogliere, ho osservato il tramonto sul mare, cercando di immaginarlo con i tuoi occhi.
Ora devo dirti una cosa: io, che ti ho sempre detto che amo la sincerità, che ho l'abitudine di dire sempre ciò che sento, ebbene, non sono stata del tutto sincera, con te (ma forse non volevo ammetterlo con me stessa).
Forse per imbarazzo, per timidezza, o per paura, incontrandoti, di sentirmi "nuda" davanti a te.
Per questo motivo ho sempre schivato certe tue frasi, "deviato" le mie risposte ad esse.
Un giorno mi scrivesti: "Vorrei prendere il tuo viso tra le mie mani (delicate) e darti un bacio. Te lo meriti".
Avrei voluto risponderti che il mio viso (che di altre mani ha conosciuto la violenza) avrebbe voluto le tue delicate carezze, che io desideravo le mie dita sul tuo viso, profuse in una carezza quasi impercettibile, per regalarti delle sensazioni appena palpabili. Mi sono sorpresa a desiderare di sfiorare le tue labbra con le mie, per donarti, per un attimo, un soffio della mia vita.

12

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

42 commenti:

  • Ada FIRINO il 15/10/2010 02:19
    Hai pienamente ragione, Vittorio, su questo tuo scritto sotto "va precisato che la nostra arroganza spesso ci impedisce di valutare il nostro infantilismo, gelosia, possessività , permalosità, per cui viviamo tutti compiaciuti di noi stessi." Sono con te! Tranne che per alcune eccezioni, naturalmente!
  • Ada FIRINO il 12/08/2009 09:13
    Anna, che piacere ritrovarti qui. Grazie per il tuo lusinghiero commento. Sì, è una mia cosa tipica mischiare sogno e realtà o ciò che io vorrei che divenisse realtà. Sogno... penso... invento molto spesso situazioni di vita nate dai miei desideri. Amo sognare, mi aiuta a vivere. Baci
  • Anna G. Mormina il 10/08/2009 15:27
    ... “Però!... Acci...! ”, ma lo sai che l'ho letto tutto d'un fiato? ... sentimenti veri che nascono dal cuore ( certe cose, non si vogliono ammettere, nemmeno a se stessi ) , e un sogno... a volte i sogni sono bizzarri, vero ... brava Ada!
  • Ada FIRINO il 08/06/2009 09:33
    Certo, Sognando, Fiscando... anche un po' ad occhi aperti. Ciao
  • Fiscanto. il 04/06/2009 22:55
    sognando...
  • Ada FIRINO il 24/02/2009 11:28
    Marcello, mi fa piacere ciò che mi hai scritto. Certo, scrivo con il cuore e non potrebbe essere altrimenti. L'invenzione è sempre supportata dalla nostra struttura psicologica e l'estenazione dei sentimenti, in questo caso, dalla mia spontaneità. Andrò a leggerti.
  • Marcello De Tullio il 24/02/2009 10:00
    Sei molto brava e dimostri di scrivere con il cuore e questo è il valore più grande della vita. Se poi vuoi leggere i miei scritti che cercano di essere messaggi e conforto per chi ne ha bisogno,
  • Ada FIRINO il 04/02/2009 14:55
    Si vive con i sogni nel cuore, Patrizia, e quando questi si avverano, hai raggiunto il tuo traguardo, e non vorresti andare oltre, se non con la persona amata.
  • Patrizia Cremona il 31/01/2009 16:19
    Bel racconto.. sono d'accordo e' un "sogno d'amore" limpido di cristalli
    che ti circondano..
    un bel risveglio ricco d'amore verso il tuo uomo.
    Baci, pat
  • Ada FIRINO il 19/01/2009 14:28
    Sì Ignazio, solo l'amore, questa pazza magia che ci apre nuovi orizzonti e ci dà delle nuove certezze, può farci sognare e colorare l'animo di albe luminose. Grazie per le tue belle impressioni
  • Aedo il 16/01/2009 23:52
    Un racconto dolcissimo impregnato di vitalità e passione: solo l'amore può colorare i nostri orizzonti ed offrire quelle carezze, che ci facciano trepidare... Bravissima!
    Ignazio
  • Ada FIRINO il 15/01/2009 14:55
    Riccardo, Paparino! Grazie! Sensualità e romanticismo sono l'emblema dell'amore ed io ho voluto rappresentarli in questo mio "sogno" in modo non troppo sfacciato. Un bisou!
  • Ada FIRINO il 09/01/2009 11:39
    Grazie Andrea... un misto di desiderio tra fantasia e realtà.. voli della mente tra sogno ed emozioni. Andrò a leggerti appena possibile. Ciao.
  • Andrea Pinto il 26/12/2008 01:11
    Molto struggente, brava... ti voto! Se ti va, leggi le mie poesie...
    a presto!
  • Riccardo Brumana il 20/12/2008 18:42
    un bel racconto, sensuale, gioioso e romantico! letto molto volentieri.
    brava!
  • Giovanni De Lombardis il 02/12/2008 10:50
    Firino.
    RIDEO SOLAMENTE TAMQUAM INSANE.
  • Ada FIRINO il 01/12/2008 17:35
    Giovanni, i sardi fanno ridere ed anche piangere, dipende dal soggetto. Comunque grazie! (com'è che ti sei raddolcito così? - mi stupisci!)
  • Ada FIRINO il 01/12/2008 17:27
    Sì Angelica, forse sognavo già Claudio. Solo che aveva il volto coperto e non riuscivo a vederne gli occhi e tutto il loro splendore. Ora li ho visti e ti giuro che mi ci perdo!
  • Ada FIRINO il 01/12/2008 13:36
    Forse Donato, ho raccontato un po' di me, ma questo ormai appartiene ad un passato anche se non troppo remoto. Ora spero per me solo albe ridenti e luminose.
  • Donato Delfin8 il 29/11/2008 14:15
    Nei sogni si mescolano paure e verita' . Sognare o pensare a qualcosa e' un po' come farla accadere, viverla o riviverla. Magari rielaborandone i contenuti, avvolte in positivo altre per figurarsi la situazione peggiore. È il luogo dove si possono confondere le confessioni con le burloni provocazioni.
    Brava.. mi piace.. e' un modo giocoso ma sempre profondo per raccontarci le tue sensazioni ed emozioni, il tuo passato, un po' di te'. Grazie
  • Ada FIRINO il 28/11/2008 15:09
    Paski, lo so che sei con me. Ne ho la certezza! Queste sono forse mie paure di anni fa. Comunque i miei desideri si sono già vestiti di luminose realtà. Qui ho voluto tracciare un sogno (inventato) di un cuore che forse ha paura di ciò che può rappresentare il futuro. Tu sei con me ed io con te! Grazie di esistere.
  • Anonimo il 25/11/2008 23:37
    Ada ma già sognavi Claudio?
    sono felice che il tuo sogno sia divenuto realtà.
    La tua è una favola che rallegra il mio cuore, perchè ti meriti tutta questa gioia.
    Ti voglio bene Ada
    Angelica
  • Giovanni De Lombardis il 25/11/2008 10:40
    Per Firino:
    Credo che i tempi siano cambiati, sino a qualche tempo fa i Sardi facevano ridere per la loro cadenza verbale non proprio ramantica, ma oggi, grazie a te il popolo sardo può tranquillamente gridare a gran voce di aver conquistato una leggitima pagina di simpatia!
  • Ada FIRINO il 24/11/2008 12:51
    Caro Ugo, bentrovato e sempre gradito tra i miei commentatori.
    Il racconto è solo fantasia, così come il sogno, collegato ai miei pensieri e desideri di un amore vero, da vivere con emozione e dolcezza. Diciamo... proprio un sogno ad occhi aperti.
  • Ada FIRINO il 24/11/2008 12:48
    Sì, Dolce Sorriso, hai ragione! Ma si vede che per non risciare troppo, si è addormentato, la mia ninna nanna ha fatto effetto!.
  • Ugo Mastrogiovanni il 21/11/2008 12:40
    3736. Sarà stato veramente un sogno, o la rielaborazione impropria dei molteplici confusi pensieri assimilati alcuni giorni prima? Una narrazione che impegna la prima parte col raccontare un lungo sogno ha sempre una nascosta realtà e una notevole quantità di inconscio infatti, la seconda parte lo dimostra, riscattandolo e premiandolo. Più che un racconto, una confessione, uno sfogo, una lettera sincera e vitale che continuano il sogno, ma questa volta ad occhi aperti e con la coscienza che anche l’oggettività della nostra vita ha la necessità di sognare.
  • Dolce Sorriso il 20/11/2008 13:49
    per uno così troppo sicuro di se...
    scrivere risciare...è davvero il colmo
    non trovi Ada?
  • Ada FIRINO il 20/11/2008 13:18
    Cara Vanessa, ti ringrazio per le tue parole a questo scritto. Per il resto, se rileggi bene i miei passati commenti a "Il perdono" magari capirai che diciamo la stessa cosa. Io sono sempre per la pace e l'amore, ma non posso giustificare nessun tipo di violenza sui bambini. Essi sono indifesi e fragili e meritano solo di sorridere ed essere felici. Tutto qui.
  • Ada FIRINO il 19/11/2008 15:24
    Giovanni, se non ti basta, ti canterò anche la ninna-nanna!
    Dormi dormi, bel bambino... Ninna nanna, ninna oh... questo bimbo a chi lo dò... lo darò al diavoletto...
  • Giovanni De Lombardis il 19/11/2008 11:22
    Da leggere tutto di un fiato... per non risciare di addormentarsi... molto bello comunque... davvero... per carità.!!!!!!!!
  • Ada FIRINO il 17/11/2008 13:18
    Non potevi che essere così, come ti descrivi, Vittorio! E sensibile, lungimirante, e stuzzicante! Non capire male! Uno che stuzzica... tutti!
  • Ada FIRINO il 17/11/2008 09:31
    Vitorio, forse dovrai fuggire dal sito... ma per quello che hai scritto sugli uomini! Se ti acchiappano! Sì Claudio è entrato di recente nella mia vita, ma non vedi che questo scritto è stato terminato il 5 novembre? E lui, a questa data, era già parte di me, allora nessuna gelosia... o forse sbaglio?!
  • Ada FIRINO il 14/11/2008 11:28
    Anna, carissima! È da tempo che voglio pubblicare dei racconti, ogni tanto scrivo qualcosa, ma poi non ho tempo di rielaborarla ed allora resta lì, nel cassetto. Questo sogno, di pura invenzione, l'ho ricamato e collegato ai miei sogni di fanciulla e di donna di trovare l'amore, quello vero, ed ora è diventato realtà! Ti abbraccio caramente.
  • Ada FIRINO il 14/11/2008 11:19
    Si, Manuela, i sogni sono una spinta molto forte per andare avanti e raggiungere degli obiettivi. Se siamo in grado di fare le scelte giuste, ogni tanto si avverano ed allora... si vive davvero come in un sogno. Grazie, cara.
  • Dolce Sorriso il 13/11/2008 23:59
    che bello teovarti in queste vesti,
    c'è voluto del tempo ma... caspita credo ne sia valsa la pena
    un super baciooooooooooooooooooooooooooo
  • manuela giorda il 13/11/2008 20:49
    Sensazioni delicate e sensuali in questo racconto. Molto spesso i nostri sogni denotano la mancanza di qualcosa come affetto, gioia e quelle dolci carezze che con il loro sfiorarti ti rendono la vita meno triste perchè quando si è amati ci si sente più completi e il vuoto di prima viene riempito con gesti, sensazioni, profumi che ti accarezzano il cuore, invece quando si è soli molto spesso ci si sente una nullita, vuoti e senza meta... ma questo grane amore finalmente darà un senso alla tua vita donandoti più fiducia in te stessa e tanta gioia. Davvero bello! Ti abbraccio forte un :bacio:ne Manu.
  • Ada FIRINO il 13/11/2008 11:19
    Grazie Cindy, sono le carezze eternamente desiderate, forse fin da bambina, che sprigionavano la mia fantasia in una sorta di rapporto amoroso, sognato ed atteso e che restava lì, nella speranza di essere vissuto veramente.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0