PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'INCIDENTE

Sono pronta, metto il cappotto, la sciarpa è un po' lunga, farò due girate al collo, prendo le chiavi di casa, le chiavi della macchina e via, chiudo la porta, chiamo l'ascensore, piano terra, portoncino e... Oh, che freddo, e che umido brrrrr.
Dove ho parcheggiato la macchina.?... Ahh si si è a destra di fronte all'edicola.
Avvio il motore..
Dunque... passo dalla sarta a ritirare la gonna, poi  vado a  quel negozietto di articoli da regalo, avevo visto una ampolla di vetro soffiato celeste che piacerà molto a Lia..
Per Roberto ho già deciso su di un paio di bretelle, bislacco com'è le accetterà di buon grado.
. Accidenti che traffico, dovrei anche ritirare la camicia bianca dalla lavanderia.
Ecco, ora piove siamo al completo!
Dunque, la lavanderia, e poi al supermercato, ci sono le offerte natalizie ed è bene acquistare qualcosa..
Accidenti, i fari negli occhi, non riesco proprio a seguire la strada!
Ecco, lo sapevo, semaforo rosso, qui ci sverno!
Per il pranzo di Natale cucinerò tortellini in brodo di pollo, faraona al forno frutta di stagione, frutta secca, canditi e panettone... si si... perfetto!
Dal parrucchiere andrò domani, già prenotata... perfetto!
Accidenti, il regalo a Mariangela... che palle... Uffa! Ma si, le riciclo quella scatola di bastoncini di incenso... perfetto!
Ma guarda che imbecille... la frecciaaaaa!!!!!!
Accidenti ho tamponato!
L'assicurazione del veicolo l'ho pagata, il bollo pure, mah.. vediamo un po' come va a finire.
Ma questo qui lo conosco, si chiama Walter, si si Walter Rondini., terza F, liceo Rosmini!
Lui non mi riconosce, strano... al tempo mi faceva un filarino non indifferente.
Ora è brizzolato, elegante, se la passa bene. Dopotutto è figlio di notaio e se mi ricordo bene, la madre è nobile, mi pare... marchesa.
Mi si avvicina, mi tremano le gambe, sono emozionata e poi  ho i capelli in disordine.
Che strano.. non pensavo mi facesse questo strano effetto, possibile che al tempo del liceo non abbia valutato il personaggio.
Mio marito è un dipendente dello Stato  a millecinquecento euro al mese, abito una casa al rione popolare, abbiamo un'utilitaria e due figli, insomma la fame...!
Ecco è sempre più vicino, arriva e mi dice...
-  A stronza!... Guarda come mi hai ridotto la macchina... budella della tu mammaaaaaaa!...

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0