accedi   |   crea nuovo account

Finalmente io

Mi guardo intorno e vedo che tante cose sono cambiate:
questa casa sembra come svuotata,
manca qualcosa…qualcosa che la rendeva incasinata…. ma sempre viva, colorata, rumorosa…
ora molte cose sono state ordinate, ha un aspetto decisamente più presentabile agli ospiti…ma è anche molto più silenziosa, cupa, solitaria….
Entro in camera: molte cose sono rimaste invariate; il divano letto, la raccolta di libri della Walt Disney, i giochi ammucchiati sulla cassettiera colorata e sotto la scrivania…le foto appese alle pareti e la lampada a forma di orsacchiotto….
Ma c’è qualcosa di diverso…si respira un’aria diversa.
È tornata ad essere la “mia” stanza; sono tornata a guardare la tele prima di addormentarmi, ho ripreso a studiare sul mio letto, a parlare al telefono con gli amici indisturbata…. ad andare a letto senza vincoli di orari….
Ma c’è qualcosa che non riesco a non pensare: alla gioia di dormire vicino alla mia nipotina, osservarla mentre dorme in pose buffe…riempirla delicatamente di bacini mentre dorme …soffocare le risate con mia sorella per non svegliarla…addormentarsi accanto a lei e risvegliarsi avendola sempre lì vicina…darle un bacino all’inizio della giornata o sentire i suoi in bocca al lupo prima di un esame…. quelle poche mattine in cui posso dormire, essere svegliata dalle dolci discussioni per farle terminare la colazione o dalle discussioni tra mia madre e mia sorella su categorici ritardi all’ingresso a scuola e all’arrivo in ufficio. Mia madre che preparava la colazione per tutti…. mia sorella che scattava per prima a fare la doccia e poi girava un’ora per casa in accappatoio prima di prepararsi…. i tentativi spesso inutili di svegliare mia nipote che frequentemente terminavano con l’unica arma potente sui bambini: un bel cartone animato, possibilmente le Winx che non si sa per quale motivo trasmettono a giorni alterni;
mia sorella ancora in desabiliè, vestiva la bimba che in pochi minuti era già bella che pronta…. e non poteva mancare la solita mossa della nipotina, appena prima di uscire, di correre in camera a scegliere un qualunque gioco che la potesse accompagnare nel grande distacco con la mamma una volta giunta all’asilo….
Con tutti i suoi pro e contro è una situazione che mi manca molto…sembra strano pensare a come la situazione si sia capovolta, a come tutto sia cambiato…eppure so bene che questa è la normalità, sapevo che prima o poi tutto sarebbe cambiato…sapevo che sarebbe stato giusto così e ne ero preparata…. ma è inevitabile che ogni cambiamento, seppur buono, sia accompagnato da sensazioni contrastanti, a volte forse contraddittorie…bisogna farci il callo, aspettare che il tempo aggiusti le cose e come sempre tutto diventi abitudine e certezza…. e quindi non mi resta che aspettare.
Ma non sarà un’attesa qualunque…sento che questo è solo il primo di una serie di cambiamenti che avverranno e che in parte già sono avviati nella mia vita….

12

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ivano Boceda il 11/12/2008 20:31
    ... quel che poi conta davvero, alla fine, è solo l'ansia di essere felici...
    buonafortuna...
  • Ivano Boceda il 11/12/2008 20:31
    ... quel che poi conta davvero, alla fine, è solo l'ansia di essere felici...
    buonafortuna...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0