accedi   |   crea nuovo account

La rosa: storia da treno in tre capitoli

Cap. 1. Il treno passa veloce oltre la stazione di P…llo, un rovo in parte divelto, groviglio informe di spine, costretto da un mucchio di ghiaia che in parte lo copre, e da una pila ordinata di assi, protegge una rosa ancora radicata alla terra... l'occhio è spinto oltre il cantiere e la rosa e già vede altro, la mente trattiene...
Cap. 2... oltre il finestrino e la pioggia, tra mucchi di ghiaia e sacchi di cemento, una betoniera lavora la mescola del calcestruzzo, dove prima erano il rovo e la rosa: la mente spinge lo sguardo a frugare il cantiere, ma riconosce solo la pila ordinata di assi e il treno veloce è già oltre...
. Cap. 3.. ingombro di macerie e di materiali da costruzione, il cantiere incessantemente si modifica, con addizioni, sottrazioni e spostamenti che ne plasmano lo spazio in forme casuali sempre nuove, ancora sconosciute un attimo prima, imprevedibili nel loro sviluppo e non riconoscibili dalla memoria... eppure lì era la rosa.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Bianca Moretti il 07/03/2012 12:40
    Una visione in corsa o un racconto in essere... Pochi flash ma che colpiscono l'occhio e restano impressi nella mente. Quel che oggi è chissà domani cosa diventerà? Tre capitoli? Praticamente una vita intera... Colpita!
  • Vincenzo Capitanucci il 22/01/2009 11:54
    eppure lì... era la rosa...

    Bellissima... fulminea... istantaneità... di sensibilità viaggiante... nella memoria...
  • Ivano Boceda il 05/01/2009 19:29
    Impressioni di viaggio (quanto visto dal finestrino del treno) sulla tratta Milano- Brescia, scritte con un cellulare e poi trascritte (senza modificazioni) sul computer

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0