accedi   |   crea nuovo account

[Senza titolo]

Domani mattina sarò di nuovo in piedi e dopo aver fatto colazione, sarò vestito, deciderò cosa fare. È così, quasi tutti i giorni, e mi sta bene; ma superato il portone, sotto il sole o con la pioggia, con il vento e la neve, valgono le norme della buona educazione. A volte basta il rispetto. Però questa è pura morale. Il giudizio serpeggia tra di noi, c'è sempre una scure che oscilla sulla nostra testa pronta a colpirci al primo nostro movimento.
Cosa è la sincerità se non viene accettata? Le parole dette. Le parole non dette. La tranquillità che manca. La vita non è una favola: siamo tutti protagonisti del nostro mondo. Piccolo. Qui dentro tutti suggeriscono, tutti consigliano, tutti insegnano, nessuno prende il proprio sacco per vedere cosa c'è dentro. A volte basta un tozzo di pane per sopravvivere. A volte non basta, non sapendo forse che si è sazi. È difficile digerire bocconi amari, ma sputarli sugli altri è diventato piuttosto facile: così ci ritroviamo tutti con la faccia sporca.
Si è sempre alla ricerca di un colpevole: ecco il colpevole, è davanti a voi! È davanti a noi! I tribunali sono tutti aperti, a tutte le ore, in ogni momento della giornata.
Chi si ferma è perduto, si dice. Ma ci si è mai chiesti perché uno si ferma. E a fare cosa? Siamo qui davanti al televisore a discutere del più e del meno, però parliamo senza guardarci negli occhi, come se fosse tutto assodato, dato per scontato.
Mio fratello non è mio fratello, mio padre non è mio padre, mia madre non è mia madre, mia sorella non è mia sorella: ecco risolto il dilemma! Evitare l'ostacolo per non cadere nel pantano e non sporcarsi di fango.
Causare morti per non curare ferite; perché mai le cicatrici dovrebbero riaprirsi? E tu che parti ricorda da dove sei venuto.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0