username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Valentino Rossi. Finalmente una bella persona

Ciò che è successo a Valencia è qualcosa di più di un evento sportivo. Questo lo dichiaro puramente con l'animo di chi sa appassionarsi di fronte a un uomo di eccezionali capacità come Valentino Rossi. Alludo ovviamente alle sue prove sulla Ferrari.
Un campione che racchiude in sé il perfetto equilibrio tra talento e fortuna e che ne sa trarre il massimo giovamento senza imbarazzo.
Quest'uomo suscita in me una miscela di ammirazione e di invidia così benevola, che mi dico "ma guarda che bella persona!"
Sottolineo uomo perché è di questo che si tratta, nonostante il suo aspetto da eterno adolescente, con quelle sue adorabili sceneggiate che sono il sintomo non di un'apparente immaturità ma, al contrario, di un'enorme maturità. Questo è un uomo che sa giocare, con se stesso e con gli altri perché capisce l'essenza del gioco.
È il ragazzo che tutti noi avremmo voluto essere nel nostro intimo. Non è mai coivolto in quell'insulso gioco per stupidi annoiati che va sotto il nome di Gossip. Si esprime sempre con competenza e spontanea umiltà.
È probabilmente il più grande pilota che la storia ricorderà e lui, ad ogni sua impresa, si esprime come se avesse fatto un buon compito in classe.
In un periodo storico in cui domina la miseria culturale, catapultata nelle nostre menti dalla televisione, un uomo come Valentino alza la media generale di diversi punti percentuale.
Vederlo correre è un piacere sul piano stilistico. Ogni sua partenza è quasi un disastro anche quando parte in pol. Finisce risucchiato nel gruppo, talvolta perde sei o sette o più posizioni. poi comincia una caccia del gatto col topo per raggiungere il secondo posto incollato alla targa del primo. Normalmente impiega una decina di giri per fare questo. Poi il malcapitato di turno alla testa della corsa, tenta in tutti i modi di scrollarselo di dosso, inutilmente, fino a quando a pochi giri dalla fine Valentino innesta la sua marcia e va a vincere.
Questo esserte umano è fra noi per darci una serie di esempi. Certamente non è l'unico, ma fra i rari è uno di quelli che ottiene più visibilità.
È uno di quegli individui che ci dice quanto dobbiamo diventare più esigenti nei confronti di noi stessi e ogni volta raggiunto un traguardo, dobbiamo occuparci immediatamente di quello successivo.
Perché la vita è quel tipo di gara che quando arriva in fondo,
ti dispiace.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • TIZIANA GAY il 16/10/2008 11:40
    hai ragione valentino è un atleta che ci insegna a non mollare mai!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0