accedi   |   crea nuovo account

L'incontro di Manuel

Manuel attingeva l’acqua dal pozzo di pietra.
Metteva l’acqua dal secchio dentro una brocca, rovesciandone la metà sui piedini dentro i sandali. La cosa lo divertiva.
Solenni lucertole lo osservavano immobili con la testa sporgente dalle crepe del muro di pietra, lungo la strada che portava alla sua casa.
Moltitudini di grilli, nascosti dietro le siepi di rovo, squarciavano l’aria con il loro canto, sotto il cielo limpido di quell’estate che avvolgeva tutto, con il suo odore di grano appena tagliato.
Manuel si girò all’improvviso.
La donna vestita di nero era ferma dietro di lui.
Il viso avvolto da uno scialle, come le donne del paese.
Lo guardava.
“Io sono bravo a prendere l’acqua! ”
Disse Manuel, rovesciando mezzo secchio fuori della brocca.
La donna continuava a guardarlo.
“Vuoi bere signora? ”
Aggiunse, sorridendo sdentato, porgendole il mestolo metallico traboccante d’acqua fresca, limpidissima.
“Non voglio l’acqua. ”
Rispose la donna, con una voce molto bella, che si sentiva dappertutto.
Piaceva a Manuel.
“Vuoi parlare con mamma? È in casa con papà e i fratellini. ”
Indicò la piccola casa di pietra in fondo al sentiero.
“Stanno mangiando. E io porto l’acqua. ”
“No. ” Rispose la donna.
“Voglio parlare con te. ”
“Oh! Ma bevi l’acqua, signora! È molto buona e fresca! ”
La donna spostò lo sguardo grigio sul mestolo che Manuel continuava a porgerle, sorridendo.
“Nessuno.
Nessuno mi aveva mai offerto acqua. Tu sei il primo. ”
“Ah! Che bello! ”
“Dimmi, Manuel : qual è il tuo più grande desiderio? ”
Manuel ci pensò un po’ su, chiudendo gli occhi. Poi rispose.
“Guidare il carro di papà. Così lui si riposa. ”
“Vuoi tanto bene a papà e mamma? ”
“Oh! Si! Si! ”
“Faresti tutto per loro? ”
Manuel annuiva fortemente, assolutamente certo e convinto.
“Anche dare l’acqua… a me? ”
“Certo, signora. ”
Rispose accennando un piccolo inchino, come gli era stato insegnato a fare in presenza di persone importanti e questa donna, doveva essere importante.

12

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • francesco lasorsa il 03/10/2009 15:48
    m'è piaciuta tanto
  • Alberto Veronese il 14/03/2009 07:32
    racconto ricco di sentimento e poesia, dolcemente ironico e malinconico nell’affrontare le ingenuità della vita semplice di quando si è ancora bambini. piaciuto. complimenti. ciaocao.
  • Anonimo il 07/03/2009 09:09
    Mi è piaciuta tantissimo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0