accedi   |   crea nuovo account

Ancora qualcosa

John era giunto solo a pochi passi dal ponte e guardò l’acqua gelida del fiume, “qui... ci sarà ancora qualcosa,” pensò.
“Che cosa vuole fare?” gli domandò una voce nella notte.
“Non so... qualunque cosa,” rispose John.
“Se lei si butta nel fiume, io sarò costretta a buttarmi,” continuò la voce.
“Se è costretta a buttarsi magari riesce a salvarmi.”
“Non dica sciocchezze,”
“Sono troppo stanco perché possa capirla,” disse John.
“Non c’è niente da capire; lei è pazzo.”
“Molto pazzo e molto stanco, sì.”
“E si tolga da lì!” ammonì di nuovo la voce.
“D’accordo.”
“D’accordo?”
“Sì, d’accordo.”
“Andiamo allora a bere un bicchierino,” avanzò la voce e indicò la stretta porta illuminata di una bettola, “qui ci sarà ancora qualcosa.”

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Luca il 19/09/2013 09:48
    Ahah fantastica! La vocetta mentale mi è piaciuta un sacco!
  • Anonimo il 25/03/2009 12:56
    Meglio farsi un bicchierino... Ma questa voce...
    Paciuto!
    Ciao
    Contessa Lara
  • Anonimo il 25/03/2009 10:46
    Mi è molto èpiaciuto... e non so perché mi ha emozionato... bravissimo!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0