accedi   |   crea nuovo account

La lezione con il gatto

Il nero gatto se ne stava seduto dentro una piccola gabbia sopra la cattedra. Si teneva dritto sulle zampe anteriori e con i suoi grandi occhi rotondi e gialli seguiva tranquillo i ragazzi che entravano nell'aula magna. Qualcuno di loro rise; tutti andarono a sedersi nelle file dei banchi, ai loro posti.
L'ora passò. Poi suonò la campana. Boriosi i giovani se ne andarono. Non rimase nessuno; solo una ragazza si avvicinò alla cattedra. Il micio aveva uno splendido aspetto nella luce della sala. Lei accostò la mano e con l'indice e il medio gli strofinò un orecchio.

 

1
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele De Masi il 06/03/2012 11:55
    Qui ci scorgo l'altruismo, che rende separati da una massa tutta uguale e cinica. La ragazza che accarezza il micio in gabbia, mentre gli altri vanno via indifferenti... forse lei resterà sola per questo, ma il suo fascino sarà imparagonabile.
    Mi piace, il messaggio che questo racconto mi ha offerto l'ho apprezzato molto.

5 commenti:

  • Anonimo il 11/02/2011 11:22
    Belo, però perchè in gabbia?

    Suz
  • Anonimo il 06/04/2009 21:27
    concordo con patrizia.. affascinante...
  • stefano manca il 05/04/2009 21:35
    la grandiosità dei piccoli gesti... il miracolo della vita tra un gattino e una ragazza... piaciuto
  • francesco ganci il 05/04/2009 16:03
    Non tutti capiranno... Bello. Cosimo
  • Anonimo il 05/04/2009 10:12
    ha fascino

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0