accedi   |   crea nuovo account

Cambiamento di personalità

– Giorno.
– Buongiorno, desidera.
– Veramente non lo so se è vero, ho letto …
– Ho capito ha letto quell’articolo sul giornale e si chiedeva se era vero oppure no, si è vero in un mese la nostra agenzia potrà liberarvi della vostra timidezza.
– Si, io non so …
– Non si preoccupi le garantisco che dopo sarà un’altra persona si sentirà più sicuro di se. Avrà più successo nel lavoro e con il gentil sesso non so se mi spiego – socchiuse un occhio e sorrise – poi per il pagamento non si preoccupi ci pagherà solo se sarà soddisfatto dei risultati ottenuti.
Allora questo è il contratto lo legga attentamente e se per lei va bene riempia il modulo – aprì un cassetto e prese il modulo – con i suoi dati anagrafici e poi metta la sua firma. Va bene, si accomodi di là troverà una stanza dove potrà leggere il contratto con tutta tranquillità, poi se accetta le condizioni riempia il modulo. Vedrà quando inizierà il corso di rieducazione si sentirà sempre meglio fino a diventare una persona totalmente diversa da com’è ora – sorrise – prego si accomodi di là.
– Va bene, la ringrazio, allora devo andare di là? …
– Si, la prima porta sulla sinistra.
Aprii la porta ed entrai, la stanza era molto semplice a parte una scrivania ed una sedia non vi era nient’altro. Le pareti erano di un colore verde tenue, il pavimento era ricoperto con un tappeto pieno di arabeschi sempre di colore verde. Mi avvicinai alla scrivania spostai la sedia e mi sedetti.
Strano mi sento davvero a mio agio in questa stanza. Appoggiai i fogli sul ripiano della scrivania. Misi il modulo sulla mia sinistra e davanti a me il contratto e iniziai a leggerlo. Non trovai niente di strano nel contratto era più o meno le cose che mi aveva detto l’impiegato in più c’era scritto che mi chiedevano di fare delle cose un po’ insolite.
E che grazie ad esse secondo un metodo studiato in … mi avrebbero cambiato e migliorato la vita. Dovevo solo seguire un programma ne più ne meno come se dovessi fare degli acquisti. Ogni due o tre giorni mi avrebbero chiesto di fare delle cose in tutto per la durata di un mese. Si non c’è niente di strano in tutto questo e se così posso risolvere il mio problema posso pure tentare. Presi il modulo, lo riempii e uscii dalla stanza, l’impiegato stava mettendo in ordine un archivio. Appena mi vide sorrise.
– Allora cosa ha deciso, vuole provare il nostro metodo?
– Si, anche se credo che non servirà a molto.
– Non si preoccupi vedrà dopo che cambiamento che farà stenterà a crederci.
Gli diedi il modulo e gli chiesi quando avrei iniziato il corso, mi rispose quando avessi voluto, anche adesso. Gli dissi che per me andava bene e mi diede una busta chiusa dove c’era scritto le cose che dovevo fare. E mi disse che mi sarebbero arrivate altre per posta. Lo ringraziai poi salutai e uscii.

123

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 29/01/2010 20:06
    Guarda... ci sta! Al principio mi ricordava molto il film "The Game", ma poi la storia si è evoluta. Mi piace, se descrivevi pure l'assassinio faceva il delirio. Bello comunque il finale, il biglietto dell'agenzia, buono.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0