accedi   |   crea nuovo account

Incontri di spiriti.

Il Fato aveva deciso, dovevano incontrarsi. E così fu. Il primo contatto avvenne come era stato deciso, in modo inaspettato, casuale.
Lei era uno spirito solare, libera, fantasiosa, aveva scoperto il modo di guardarsi intorno applicando una specie di filtro mentale, riusciva a vedere tutto in modo positivo, la sua positività irradiava amore e bontà, altruismo e amicizia. Si era creata un mondo tutto suo in cui permetteva solo a pochi fortunati di entrare ed i prescelti erano veramente pochi, speciali, unici, come li pensava lei. Lei amava tutti gli animali, gli uccelli in particolare, per la loro libertà di muoversi, di vedere tutto da sopra, di essere più vicini al sole.
Lei aveva una carica di amore che distribuiva intorno a sé senza richiedere nulla in cambio, solo un poco di amicizia. Questa carica si rigenerava velocemente, non vi era momento in cui lei non fosse in grado di elargirla al momento giusto e nelle quantità necessarie, il tutto ovviamente senza alcun calcolo, così, naturalmente.
Ma lei aveva anche due nature: era soprattutto una Madre, premurosa ed affettuosa, gli amici vedevano questo suo essere non come un evento normale, ma come un attributo. Lei era La Madre. Tutti erano i suoi cuccioli, anche se più anziani di lei e come tali li trattava, con amore e sollecitudine. Li proteggeva.
Era curiosa della vita, del mondo, amava la natura in tutte le sue molteplici forme, era attirata dal sole, dal mare, dal silenzio degli spazi infiniti. Avrebbe voluto volare lontano lontano, ma in quanto Madre non poteva farlo, si accontentava di volare con la fantasia, o di rivivere la stessa esperienza di chi lo aveva fatto.
Lui era uno spirito vagabondo, in altri tempi sarebbe stato un principe nomade o un navigatore, aveva girato tutto il mondo, più volte, sempre da solo. Era un inquieto, alla ricerca di qualcosa, forse la conoscenza. Si interessava di tutto, aveva provato tante emozioni, aveva affrontato guerre, rivoluzioni, terremoti, tifoni, allagamenti, aggressioni, incidenti aerei, incidenti stradali, si era rotto testa ed altro, era coperto di cicatrici come un vecchio leone ma era sempre lì a raccontarlo, sorridendo e dando poca importanza a quanto era accaduto.
Era fondamentalmente uno schivo, modesto di natura, non voleva apparire, si teneva in disparte, eppure il suo lavoro lo portava spesso dietro ad un microfono a tener conferenze o a frequentare persone altolocate. A volte, la presenza delle guardie del corpo degli amici importanti lo metteva a disagio, non sapeva come comportarsi, cedeva loro il passo entrando nei locali, ricevendo così brutali spintoni da queste persone incaricate di proteggerli entrambi.
Amava la vita semplice, del pescatore, invece la sua carriera gli aveva fatto condurre una vita da jet set: sempre in aereo, i migliori alberghi, week ends in posti favolosi, sempre da solo. Anche lui amava il mare, aveva studiato da capitano di lungo corso, non poteva resistere più di due settimane senza vedere il mare. Malauguratamente a 18 anni, mentre si tuffava in piscina dal trampolino dei 10 metri, per evitare un altro tuffatore subì un incidente che gli fece perdere 5 diottrie di vista da un occhio. Questo lieve incidente cambiò la sua vita.
Non potendo navigare a causa della vista imperfetta provò diversi mestieri, finchè non trovò quello che più gli si confaceva, che lo faceva viaggiare.

12

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Eileanoir ~ il 25/07/2010 12:28
    uno storia difficile da comprendere se non l'hai provata. e io la capisco perfettamente.
  • ayumi il 29/03/2008 16:36
    sinceramente la parte iniziale è un po' noiosa... troppo incentrata sulla descrizione, ma la parte finale è stupenda.. davvero bella.
    peccato che si amino solo a distanza e che sia l'unica cosa che possano fare... lo capisco.. anch'io ho provato qualcosa del genere...
    comunque bravo!!^_^

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0