accedi   |   crea nuovo account

Pensandoti

28 maggio 2009

Ore 9, 15
Io…………………….
Ma come sono fatto!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ti sento, è come se i migliori suoni degli uccelletti che sono nelle foreste rallegrino il mio spirito e i miei occhi vedono tutto rosa.
Ti vedo, divento come un ghiacciolo, mi sciolgo solo a guardarti nei tuoi dolci occhi di un azzurro splendente.
Non ti sento allora la tristezza mi invade e i miei pensieri frullano come le eliche di un ventilatore e mi raffreddano tutto il corpo.
Allora penso: dove sarà, cosa farà, perché alle mie chiamate non risponde? Cosa ho fatto, forse qualcosa che le è dispiaciuto? Sono troppo assillante con te? Se questo fosse sarebbe perché ti vorrei sempre vicino a me.
Non sono mai sazio della tua presenza, lo dimostra il fatto che quando ci lasciamo, appena due minuti dopo, mi sembra un'eternità che non ti vedo e non ti sento.
Credo che tu lo sappia che la mia gioia è vederti sorridere e ancora di più vederti ridere.
Se vedo tristezza in te mi viene da pensare che qualcuno o qualcosa di cattivo ti sia stato fatto e questo intristisce anche me, perché la tua gioia è la mia gioia la tua tristezza e la mia tristezza.
Quando ieri cercavo di scrivere la lettera di ringraziamento e non riuscivo ad andare avanti, tu dicesti che solo col cuore si riesce a trovare il filo del discorso, hai pienamente ragione, come vedi in pochissimo tempo sono riuscito a mandarti un SMS e scrivere queste poche parole, ma tutto è uscito con tanta facilità perché come hai detto è il cuore che le detta.
Sei la mia felicità e per questo non smetterò mai di ringraziarti.
Un abbraccio e un bacione grandissimo. Giorgio.

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 31/05/2009 09:35
    una bellissima pagina di diario.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0