accedi   |   crea nuovo account

Ti penso.

Ti penso e vorrei che tu fossi mia. Lo sò è forse peccato desiderare la donna d'altri, ma non posso farne a meno. Ti vedo e immagino la mia vita con te, tu soffri spesso, doni il tuo amore ad un uomo che non è in grado di ricambiarlo. Un uomo che non riesce a guardarti negli occhi, stringerti tra le sue braccia, e sussurrarti ti amo. Allora penso: è peccato amare, o desiderare una donna che ama un altro uomo? È peccato sperare che questa vostra storia, (o tua) finisca con la speranza che tu possa accorgerti di me? Di quel forte sentimento che provo al solo incrocio di sguardi?.
A volte desidererei abbracciarti, sfiorare solo per un istante quelle tue dolci labbra, accarezzare i tuoi capelli appena asciugati, sapere che il tuo cuore possa battere per me, che riuscirei a ricambiare quel battito e riuscirei a farti sentire una vera principessina. (dedicata a Manuela).

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0