PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rivivere

Lei. Seduta in mezzo alla stanza con tra le mani un quaderno scarabocchiato, legge scrive cancella cambia. Scrive una nuova storia. La storia narra di...

C'era una volta una ragazza pocco più che bambina, che tra mille impegni alle superiori da due anni iniziate e litiggi con i suoi per avere un po' di libertà si ritrovò con un dilemma tra le mani.
-Rispondo a questo messaggio o no? Dopo tutto è uno sconosciuto! Mah vabbè.. che male vuoi che mi faccia?
Non sapeva ancora che, le avrebbe fatto più male di quello che pensava.. era appena uscita dalla sua prima storiella e di certo non pensava ad altri.
Lo considerò un gioco.
Stetterò fino a notte fonda a messaggiare, e il giorno dopo lei si ritrovò con le sue amiche la mattina, come al solito a prendere il treno per andare a scuola.. Le sue quattro amiche, tra le quali c'era anche la migliore.
Le disserò che le brillavano gli occhi, e non era un buon segno dopo una sola sera passata a messaggiare. Lei non le ascoltava, diceva che si prendevano in giro e basta non c'era niente di più.
.. oh... come si sbagliava.
Passarono giorni, Lui sempre più geloso e Lei sempre più coinvolta. Aspettava i suoi messaggi, specialmente verso la sera. Adorava star la notte sveglia a scrivergli, e lentamente col passare del tempo ascoltare i suoi problemi, le sue avventure, il suo passato e la cosa che più lo faceva soffrire, la sua ex.
Lei ascoltava e consigliava.
-Niente di più di un amico. diceva..
Poi cominciò a sfogarsi dei suoi problemi anche Lei, e Lui, l'ascoltava.
Inseparabili.
Strano ma vero tutto per telefono è successo nemmeno una volta si erano visti e Lei lo amava.
-Non ci credo, io sono scema ad innamorarmi cosi!
Lui capì col tempo il sentimento di Lei.
-MI AMI?... questo il suo messaggio.
Lei in panico sul letto con la testa affondata nel cuscino, aveva paura.
-si.. Rispose Lei..
Un timido si, e poi la vergogna l'assale, e dubbi, tutto.
-Non ci credo rispose Lui. Non ti credo stai mentendo.
Le prime lacrime che le fece scendere. La prima volta che piangeva per Lui.
Un dolore mai provato prima.
Il giorno dopo, tutto come se nulla fosse successo da parte di Lui.
Lei, sconvolta...
Passano ancora giorni, Lui sparisce non risponde più.
Lei in preda al panico, lo cerca lo chiama niente.
Poco dopo scopre cosa gli era accaduto, gli crede e ritorna tutto come prima finche Lui non le dice:

1234

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Francesco Garofalo il 23/06/2010 00:53
    scritto molto bene, molto scorrevole nella lettura.. bravissima
  • Dannunziano _ il 05/08/2009 07:09
    Fatto bene... davvero! in gamba!
  • Fiscanto. il 22/07/2009 21:34
    molto carino... ben scritto.
  • Anonimo il 20/07/2009 20:33
    Come tutte le favole un lieto fine anche se so che tutto è stato vero ma ora lascia che il tempo cancelli tutto il brutto che in te è rimasto e ti lasci sorridere ad una nuova vita te lo auguro con tutto il mio cuore ciao piccola
  • Anonimo il 20/07/2009 20:31
    Come tutte le favole un lieto fine anche se so che tutto è stato vero ma ora lascia che il tempo cancelli tutto il brutto che in è rimasto e ti lasci sorridere ad una nuova vita te lo aguro con tutto il mio cuore ciao piccola

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0