username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Memorie di un sopravvissuto

Credevo di essere perfettamente a mio agio in quell’ anticamera. Restavo tranquillo, sulla mia sedia di plastica grigia. Avevo le gambe incrociate che continuavo a far dondolare in una posa rilassata, ma c’era qualcosa che non andava... Gli sguardi delle persone intorno a me sembravano preoccupate. O addirittura spaventate... Fu chiamato un altro e finsi di non provar nulla guardandolo scomparire senza possibilità di parlargli. Ma sapevo che dopo sarebbe stato il mio turno... Aspettai alquanto nervoso. Mi vennero in mente le numerose notizie di altre persone, dopo quell’esperienza erano rimaste terrificate. Ma io ero lì per una promessa ad una persona cara e avrei sofferto tutto il possibile. Poi... Il mio nome letto da una cartelletta di un beige banale e che, stranamente, mi dava molto fastidio. Mi alzai lentamente e mi avviai verso l’assistente del dentista che mi aveva chiamato. Mamma, adesso devo lasciarti la mano... “ Forza piccolino, dopo aver controllato i denti ti daremo un lecca-lecca se sarai bravo, eh? ”

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Etienne il 18/05/2015 19:39
    Certe cose non si potranno mai superare
  • Marcello Piquè il 24/04/2013 17:58
    gli anni passano ma l'ansia che ti da il dentista rimane
  • Claudio Tuccillo il 03/07/2010 01:11
    Davvero piacevole leggere ciò che scrivi...
  • Anonimo il 22/05/2010 00:19
    molto bello
  • Musa Alienata Inquietante il 26/06/2009 22:06
    Già XP
  • Anonimo il 26/06/2009 21:20
    Piaciuto, come le piccole cose sembrano grandi quando si e' piccoli...
  • Musa Alienata Inquietante il 24/06/2009 21:23
    Grazie fratellone ^^
  • Anonimo il 24/06/2009 19:35
    singolare, tu giochi coi punti di vista, e li dipingi come quadri di Dalì Bellissimo sorellina!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0