-->
username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Egocentrismo

Disse il modesto egocentrico: “chi poteva mai riuscire a fare questo? Solo io sono in grado di far l’eccelso! ”
Così vinse la coppa che gli permise di bere nel calice dell’ego, tracannando litri e litri di liquidi suoi. Nel tempio dell’olimpo (dove lui sedeva trionfalmente) pensò: “sono tutti ai miei piedi” , ubriaco dalla sua modestia s’inchinò per raccogliere le chiavi del paradiso che come un miraggio gli apparsero, lui pensò: “questo è il dono degli Dei”.
Convinto della sua suprema modestia con fare garbato s’alzò e guardò verso la folla e pronunciò: “io modesto, vi parlo in nome di me, ascolto senza indugiare ciò che mi accingo a dire, voi siete io, che da modesto cui sono vi dico a me, ascolto mentre mi parlo a voi. Popolo, imparate dalla mia modestia, sarete io, me, medesimo, me stesso, ovunque voi io andrete, sarete io me e non altri, voi io, dimmi ch’io sono? Voi, cioè, io”. All’improvviso confusione, non sapeva più chi fosse, giurò a se stesso che non avrebbe mai più fatto altruismo.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/04/2012 18:33
    racconto su un modesto egocentrico sprofondato nel finto altruismo

1 commenti:

  • Anonimo il 03/07/2009 18:29
    stai parlando del nostro capo di governo?