accedi   |   crea nuovo account

Un caso per Sharin Mc Callan

"Fiuu!, un'altra giornata di lavoro è passata! " dissi entrando in casa mia, ma non ebbi neanche il tempo di andare a farmi una doccia che suonarono al campanello; correndo a perdifiato arrivai alla porta.
Appena la aprii mi vidi di fronte l'ispettore più importante della Scozia; si, proprio lui: Edward Mc Afee. senza neanche darmi il buongiorno si sedette sulla poltrona e mi disse che mi doveva parlare urgentemente, quindi gli ofrii un whisky.
" Sono venuto da lei per parlarle di un caso urgente capitato nel mio distretto", così dicendo mi diede un biglietto d'andata e ritorno per Stanwich.
Ci precipitammo all'aeroporto di Glasgow e prendemmo l'aereo delle 21. 10.
Alle 22 arrivammo a Stanwich, nelle isole orcadi. Scesi dall'aereo; andammo a dormire in un hotel lussuoso.
Il mattino seguente, dopo aver fatto colazione andammo subito in commissariato per vedere i sospettati; giunti a destinazione mi trovai di fronte una signora sulla quarantina che era la madre della vittima, lei mi chiese" chi è lei " e l'ispettore disse: " lei è l'investigatrice Sharin Mc Callan, quella che si occuperà del caso". Incominciai a farle delle domande su cosa avesse fatto nelle ultime ore la figlia, chiedendo di essere il più dettagliata possibile. Lei mi rispose che la figlia stava giocando in giardino. Quando è scesa per chiamarla per cena trovò un foglio con scritto: " sono andata a giocare a nascondino con alcuni miei amici al numero 15 di John Street". Giunta sul luogo la madre trovò gli amici che le venivano incontro, chiese dove fosse la figlia e gli amici risposero " noi ci siamo assentati per un attimo e quando stavamo tornando abbiamo sentito un urlo, allora siamo corsi dentro alla casa disabitata e l'abbiamo trovata morta, siamo usciti per venire a dirglielo".
Appena finita la descrizione all'ispettore suonò il telefono: era stato chiamato in prigione per vedere i possibili colpevoli. Arrivati con la madre andammo a vedere i tre sospettati, la madre disse : " Io chiamerò gli amici di Isabelle e vi raggiungerò".
Entrati ci sedemmo e notammo che i sospettati erano terrorizzati; dopo cinque minuti la mamma entrò con gli amici di Isabelle, perché solo loro potevano dare informazioni sull'omicida; i ragazzi dissero che l'omicida faceva fatica a correre. Io dissi : " Quindi non poteva essere una ragazza sulla ventina".
"no! ". Quindi la ragazza sui ventun'anni venne liberata.
Allora notai un particolare sul vestito della signora: aveva dei capelli biondo scuro sulla giacchetta di jersey. quindi fra me e me mi chiesi"ma perche mi hanno chiamato per un caso così semplice, almeno per me;possibile che l'ispettore più famoso della scozia non lo sappia risolvere?, mah".
Quindi dissi cosa avevo notato e l'ispettore mi disse: "ma secondo lei io sono così sprovveduto da non notarlo, porca paletta".
Allora io dissi a bassa voce per non farmi sentire"a quanto pare è così;hehehe"
Quindi arrestammo la signora e lasciammo andare il signor tailor, che sogghigno a bassa voce, ma non troppo bassa da farsi sentire.

123

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 05/08/2009 16:28
    Mi permetto di darti un paio di consigli.
    1) riguarda bene la consecutio. spesso mischi passato remoto e passato prossimo e l'effetto non è piacevolissimo.
    2)perché scrivi che tailor sogghinga quando prendono la persona sbagliata? così tutta la suspence va a rotoli.
    3) prova a rendere un po' più fluida la fase delle deduzioni... altrimenti il racconto sembra una lista della spesa.
    4) io avrei insistito un po' sul rapporto (rivalità?) tra i due ispettori.
    Avrebbe dato molto più pepe al racconto

    toh.. i consigli sono diventati 4... e mirano ad essere critiche costruttive. Preferisco commentare così piuttosto che con un insulso "bene bravo bis". Credo dopotutto che tutti scriviamo qui perché non siamo professionisti e abiamo bisogno di migliorare.

    comunque plauso al tentativo. scrivi e riscrivi che i tuoi gialli diventeranno sempre migliori!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0