PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Parliamo d'amore

Quando senti "le farfalle nello stomaco", oppure ti senti balzare il cuore in gola, alla vista del tuo partner, quello non è amore. È attrazione (fisica oppure mentale, perchè no?), intrigo, fascinazione, ma non è amore. Tutto ciò, che in un certo qual modo ci fa stare "male" non è amore. L'amore assomiglia a quella sensazione che si prova tornando a casa in una gelida serata invernale e sentendo, già appena aperta la porta, il tepore accogliente e rassicurante delle proprie mura.
Oppure a quel senso di tranquilla sicurezza che si prova quando si percorrono sentieri sconosciuti al fianco di un'esperta guida.
Puoi dire di amare una persona quando puoi fidarti di lei come ti fidi di te stesso.
Ami una persona quando ti fidi di quello che lei decide per te. Dalle piccole cose (come zuccherarti il caffè) a decisioni che cambiano la vita. L'amore è immortale. Quando nasce non muore mai. Quando si dice che è finito l'amore, vuol dire semplicemente che non era mai iniziato. Si può stare insieme, anche per anni, per tanti motivi, diversi dall'amore. Ma se si sta insieme solo per attrazione o fascinazione, col tempo questi tipi di legami si affievoliscono fino ad estinguersi. In questi casi si dice, impropriamente, che è finito l'amore.
L'amore è simile ad una prelibata pietanza. L'attrazione e la passione sono le spezie per esaltarne il gusto. Mangiarla così condita, non stanca mai. Nessuno riesce a mangiare solo le spezie a lungo. È come mangiare cucchiate di pepe o pezzi di peperoncino. Chi ci riesce?

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 06/09/2009 21:29
    D'Annunzio diceva: Sono ciò che ho donato. quindi, il discorso di Daniela in qualche modo è vero, ma devo aggiungere che non esistono surrogati in amore, o lo è o non lo è, bisogna rinunciare alla mediocrità affettiva e navigare verso il vero amore, che non è mai calma piatta, bonaccia, è anche inquietudine, che sentimento sarebbe altrimenti?
    Per amore si può stare male, e, se la persona che ami si ammala, se sta soffrendo, ha ragione Fiscanto a dire che quando si ama non pesa aiutare l'amata/o, ma pensa a quanto è doloroso veder soffrire chi ami, si sta così male che si vorrbbe prendere il suo dolore e farlo tuo.

    Poi io sono convinta, ripeto, che anche un grande amore può finire, ma rimane pur sempre un grande amore, per il tempo che lo è stato.

    L’amore che finisce rappresenta il più bell’errore della vita di ognuno, il lutto meno nero, il pianto più dolce. Occorre imparare a guardare oltre la siepe, oltre un cancello che si chiude e non preclude. Occorre rialzarsi. Anche l’amore che finisce sembra trasformarsi in una morte, invece è solo un sipario che cala tra un atto e l’altro della vita.
  • Anonimo il 06/09/2009 16:40
    Vorrei ampliare il mio commento di prima, è ristretto come un caffé al bar! Continuo a pensare che non si possa dire "Amore è". Ci sono persone che sanno amare tutto e tutti, naturalmente in modi diversi, ma amore è. Ci sono altre persone che non sanno amare niente e nessuno, nemmeno se stessi. Non penso si possa dire"tu non ami", perchè è un sentimento talmente soggettivo da non poter essere giudicato e nemmeno dover essere giustificato. Credo che l'amore non faccia stare male, c'è sempre uno dei due che ama di più e il contorno di questa o altre stuazioni può far soffrire, ma non l'amore.
  • Fiscanto. il 06/09/2009 13:50
    È molto facile scambiare l'amore con l'attrazione fisica e con la fascinazione. Queste cose fanno soffrire, l'amore vero no. Quando il proprio uomo non telefona e ti senti il cuore in gola, non è perchè sei innamorata, ma è perchè il tuo uomo non ti chiama e ti tiene sulla corda. Quello che dice Vito è giusto. Ma io sono d'accordo con te. Quando si ama veramente è un piacere aiutare la persona che si ama e non fa soffrire, anche quando cade in disgrazia. Al limite è bello anche dare la vita per chi si ama. Vito, non sono riuscito a farmi capire bene, in quello che ho scritto. Con amicizia Tony
  • Anonimo il 06/09/2009 11:38
    quello che tu descrivi all'inizio.. le farfalle nello stomaco, il cuore in gola, altro non è che l'innamoramento, il primo stadio, il preludio a quello che potenzialmente può diventare un amore a tutti gli effetti. Sarà il tempo a dirlo, superata quella fase che si può definire "uno stato di grazia", se c'è qualcosa di più profondo della semplice attrazione, vuol dire che il rapporto ha buone possibilità di crescita, altrimenti è un fuoco di paglia.
    Trovo tuttavia che l'amore possa finire, i casi e le traversie della vita possono minare anche i rapporti più solidi, spesso le persone cambiano, per i più svariati motivi, è anche una questione di carattere, di forza interiore, ma succede che tu ti preni cura, ad esempio di una piantina, la innaffi tutti i giorni, le cambi la terra ogni stagione, ne togli le foglie secche, eppure muore lo stesso, non dipende da te.
    E l'amore può anche fare male, molto male, forse tu non l'hai mai provato, quel dolore, ma esiste, sarebbe bello fose tutto semplice, roseo, come la famiglia felice del mulino bianco, ma la vita è altra cosa, l'amore è molto più complesso, richiede sacrificio, spesso rinuncia e soprattutto una grande energia.
    cordialmente
  • Inchiappa Vito I Song il 06/09/2009 10:44
    Tutto ciò, che in un certo qual modo ci fa stare "male" non è amore.
    Per te l'amore è solo gioia? Se l'amata cade in disgrazia (non economica), un infortunio o una malattia gravissimache la costringono a lunghissime e penose sofferenze che fanno stare male e patire chi la accudisce, e costui rientrando a casa in una gelida sera non trova quel tepore ma un freddo ancor più intenso... è finito l'amore?
    Parli solo di in a more ma l'Amore vero tu lo sconosci, non avertela a male, il tuo è amore da romanzo rosa.
    Con stima.
    Vito
  • Anonimo il 06/09/2009 10:43
    Molto belle, sentite le tue considerazioni, strutturate in modo perfetto... ma l'amore è pazzerello e per fortuna non ha regole!!!
  • alice costa il 06/09/2009 10:14
    molto belle le tue considerazioni, profonde...
    quando un'emozione ti fa battere il cuore.. pensi sempre sia amore ma poi?
    hai indicato molto bene nel tepore della casa e nella fiducia assoluta il vero sentimento...
    molto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0