accedi   |   crea nuovo account

Lo specchio dell'anima

In una piccola casetta di legno, dispersa nel bosco incantevole, viveva una vecchia strega buona di nome Lulù che ogni tanto faceva qualche magia. Un giorno decise di prendere un semplice specchio e farlo diventare magico. Dopo varie formule magiche lo specchio ovale con cornice e manico azzurro divenne color oro. Questo cambiamento poteva essere la conferma che lo specchio aveva acquistato il potere magico che gli aveva donato, ma lei non era sicura voleva provarlo. Lo specchio doveva cambiare l’anima di chi si specchiava guardandosi intensamente negli occhi. Passò un po’ di tempo e Lulù era impegnata a fare tante magie, che dimenticò lo specchio sul davanzale di una finestra sempre aperta.
Ogni tanto passava di lì Cip, un passerotto azzurro e curioso che guardava ogni cosa nel bosco. Da uno splendido volo atterrò sul davanzale e appollaiandosi vicino allo specchio d’oro che brillava con la luce del sole, non riuscì a resistere alla tentazione di guardare. Si avvicinò con occhi stupiti appoggiò il becco e guardandosi intensamente negli occhi, non successe nulla di particolare ma lo specchio aveva attivato la sua magia. Un attimo dopo Cip decise di volare via disinteressato da ogni cosa.
Il giorno dopo Lulù si ricordò dello specchio, lo prese e decise di uscire per provarlo, se incontrava qualcuno. Il bosco non era mai affollato, ma qualcuno lo avrebbe di sicuro trovato. Dal nulla comparve all’improvviso un orso bruno, grande e grosso, di nome Ubaldo che cercò di aggredirla. Scontroso e scorbutico cominciò a bramire e non ne voleva sapere di guardare lo specchio, poi cambiò idea se ne impossesso e si allontanò. La strega un po’ sconvolta decise di non inseguirlo perché era impossibile recuperarlo. Ubaldo si guardò attentamente nello specchio, all’inizio s’irritò, ma quando si guardò intensamente negli occhi, lo specchio compì la sua magia. Un attimo dopo l’orso era diventato molto gentile e cortese con ogni creatura del bosco.
Si sdraiò tranquillamente accanto a un albero e si addormentò con lo specchio sulla pancia. Intanto passava da quelle parti il piccolo gnomo Skizzo, salterellando felice. Era uno gnomo assai presuntuoso e superbo, quando vide l’orso, cercò di non svegliarlo, ma con arroganza si avvicinò e s’impossessò dello specchio. Quando vide l’orso girarsi sul fianco, si allontanò, ma con calma perché tanto dormiva ancora e si guardò vanitosamente allo specchio. Controllò che il cappellino a punta che portava fosse apposto e si sistemò la barba lunga. Poi guardandosi intensamente negli occhi lo specchio effettuò la magia anche su di lui. Dal suo cuore nacque tanta umiltà e modestia che decise di abbandonare lo specchio accanto a delle violette e dei cespugli all’inizio del bosco.
Un attimo dopo passava di lì per caso l’elfo Oilè, assai imbranato. Mentre camminava, infatti, inciampava spesso ed era molto maldestro nelle sue azioni. Mentre pensava a Charlotte, la sua amata, alla quale non riusciva a dichiarare il suo amore per la sua insicurezza, si accorse dello specchio abbandonato e si avvicinò per raccoglierlo incuriosito. Quando vide la sua immagine riflessa, cambiò completamente, divenne molto sveglio e spigliato. Così abbandonò anche lui lo specchio nello stesso posto di prima e andò a cercare Charlotte per farle capire quanto la amava, ma senza problemi di sbadataggine e insicurezza.

123

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 04/11/2009 17:50
    L'amore è forza, energia che attira a sé la volontà individuale. Splendida favola, sinceri complimenti
  • alice costa il 27/10/2009 21:22
    Molto bella questa fiaba.. l'amore che vince... e giocare a pallone assieme.. un ricordo speciale!!!!
    Bravissima... complimenti
  • sara zucchetti il 24/10/2009 11:20
    Grazie tanto Anna è stato un piacere sono contenta che ti piace!
  • Anna G. Mormina il 17/10/2009 11:48
    Sara, io adoro le favole, le fiabe... questa tua, per me, ha un significato molto speciale... sei stata bravissima e ti faccio i miei complimenti rirgraziandoti!
  • sara zucchetti il 16/10/2009 20:21
    Grazie amici sono contenta che vi sia piaciuta e che abbiate capito il significato
  • Anonimo il 16/10/2009 20:12
    L'amore più forte di qualsiasi magia... esalta il vero carattere e fa uscire la parte migliore di noi!!
    Bella..
    Dani
  • Vincenzo Capitanucci il 16/10/2009 16:33
    Lo specchio magico dell'anima... toglie ogni falsa illusione... peccato che sia in fondo allo stagno in compagnia di excalibur... e della dama del Lago... Viviana...

    Piaciuto molto Sara...