username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lettera di mastro Geppetto al suo Pinocchio

Caro figliolo,

Ti chiedo scusa per il cuore che ti ho negato, ma sotto consiglio della barba bianca che ha nascosto in questi anni migliaia delle mie lacrime dolenti, ho dovuto farlo. Forse non mi capirai mai;per te sono avaro ed egocentrico, una ladro delle tue emozioni. Geloso ed egoista, per molti fuori di testa, scagliato lontano dalla verità come i tuoi giochi rotti dalla voglia di crescere, del cuore ti ho privato:ho privato te che sei la mia creatura, il mio burattino- bugiardo prediletto, né per amore né per odio;l'ho fatto per difesa, prima della mia persona e poi della tua.
Non avrei sopportato di vederti soffrire, perché il cuore è fatto solo per quello. Lascia stare che ti fa compagnia sentirlo battere forte nel buio della notte infestata dai tuoni di un temporale lontano:ha un prezzo la sua presenza;l'amore e la gioia e l'affetto e la commozione che ti fa provare è una mollica rispetto al pane amaro ed ammuffito( il dolore) che ogni giorno dovrai ingoiare, pena morir di fame.
Poi sai il mondo è diffidente;cerca le prove dei tuoi sentimenti. Ti provoca per scoprire se il cuore lo hai anche tu. Ti punge in modo subdolo e quasi non te ne accorgi;la gente si finge tua amica ed intanto dà inizio al tuo stillicidio. A lui basta una goccia per firmare la tua condanna. La gente ci prova gusto poi a prendere di mira il tuo cuore con l'arco del rancore e del vittimismo. Saresti entrato in un circolo vizioso di sentimenti funesti e crudeli a tua insaputa.
Ed io ho prevenuto questa iscrizione.
E ti ho fatto bugiardo;di un legno finto e gelido, perché fingere è l'unica soluzione. Mentire, fare finta di stare bene e che tutto è fantastico come nella nostra favola, è un atto di intelligenza. Ti ho regalato sopravvivenza;vita no, ma a cosa sarebbe servito se poi la vita l'avresti rifiutata?. Fingendo amore, gioia, e amicizia, affetto e comprensione almeno ti ho permesso di annusare nell'aria un profumo che non esiste, ma che ti spinge alla sua ricerca e così senza che tu lo sappia, con i tuoi passi tu esisti nel mondo. Con il cuore tutto questo ti sarebbe stato negato;perchè il cuore ha un buon olfatto, è critico e cerca sempre la verità;se sente dolore non lo nasconde; lo comunica mestamente con un telegramma all'anima che si riempie di tristezza e ti paralizza a fissarti i piedi nudi mentre tutto cammina.
Ti ho regalato un'orologio di oro finto ma con il quale puoi tenere sotto controllo il tuo tempo e sapere quando aspettare e quando dover andare;meglio di non aver nulla al polso, o meglio, di avere un giorno un taglio che ti recide dalla vita vera che conduce un cuore ferito.
Spero che tu abbia capito chi è il cattivo ora tra me ed il cuore che non ti appartiene. Non cercarlo mai, te ne pentiresti, ti prego.
Con affetto
Tuo papà

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • silvia giatti il 25/09/2010 18:58
    riflessione amarissima sul significato di umano..
    ma è geniale dico geniale la forma in cui l hai posta.. una lettera di geppetto!!!
    geniale
  • Fabio Mancini il 17/08/2010 16:00
    Non sono convinto che l'anestesia del cuore produca felicità, o soddisfazioni. Penso invece che ciascuno dovrebbe rappresentare se stesso in ogni circostanza e con ogni persona. Il coraggio è un valore che vale quanto la sincerità, la lealtà, la coerenza, la fedeltà, l'altruismo. Quando si accantona anche un solo di questi aspetti, già non è più vita, ma ripiego, ritirata, sconfitta. La vita anzicché essere un cumulo di occasioni per crescere e mettersi alla prova, diventa autocommiserazione, fuga, piagnisteo. Sii serena e mettiti alla prova. Le difficoltà esistono per essere superate. Un bacio. Fabio.
  • rita gargaglione il 12/11/2009 10:07
    Ciao Ilenia, secondo me fai bene ad esprimere con le parole i sentimenti, continua così.
  • I. mpersonale F. ottuta-mente il 11/11/2009 23:42
    infatti non è il mio lavoro io scrivo per me. Non scrivo per demolire le persone, ma questo è un altro discorso... ahahahahaha
  • marcello cardinale il 11/11/2009 22:42
    ok lascia perdere cambia lavoro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0