accedi   |   crea nuovo account

Esplosione

Eravamo insieme, io e te, a quella festa di compleanno dove esplose la bomba…
Ti ricordi? Ci eravamo appena dati il nostro primo bacio.
Ti sentii urlare.
Si, perché anche se io ero appena andato via.
Anche se io ero entrato in auto.
Io sentii le tue urla.
Il fuoco accecò le mie pupille.
Le lacrime non fecero in tempo a scendere.
Corsi fuori dalla macchina per cercarti.
Corsi via per tornare da te.
Ed ora il tuo cardiogramma è fermo. Linea retta, siamo diventate due linee rette che non si incontreranno mai.

Ti ricordi? Eravamo insieme a quel compleanno.
I bambini giocavano. Le mamme parlavano.
Ed io ti dissi che ti amavo.
Ed ora ho una pistola in mano. Ed ora guardo un film porno.
Vorrei vomitare sulla televisione.
Vorrei vomitare il pianto che ho in gola.

Ti ricordi? Ero al tuo funerale.
Già, ero quello alto, in fondo, vestito con i jeans.
Mi dispiace che non mi hai visto piangere.
Ti chiedo scusa.
Quella sera mi chiusi in bagno con due bottiglie di vino.
Mi erano costate un euro ognuna.
Ho pensato fosse vino scadente.
Le ho bevute e poi sono svenuto.
Non mangiavo da due giorni.
Non bevevo acqua da due giorni.
Ed io, sai, ti ho sognato.
Eri bella. Ti toccavo i lunghi capelli. Ti mordevo le labbra. Ti accarezzavo il collo.
Ti baciavo tra i seni bianchi. Ti sfioravo i capezzoli rosei. Ti baciavo ancora, ti rapivo la bocca.

Ti amo.

Ti ricordi quando caddi dalla bicicletta?
Facevamo l’asilo insieme.
E quando mi ruppi la gamba perché ero andato in bicicletta senza mani lungo la strada in discesa?
Frequentavamo le medie insieme.
E quando l’altro giorno mi hai visto con uno spacco sul sopracciglio destro?
Eri preoccupata per me. Dopo anni che ormai mi conosci come sono fatto, lo sai che sono uno scapestrato, eppure eri ancora preoccupata per me.

A quel compleanno avevo avuto il coraggio di dirti ti amo.

123

0
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia il 08/12/2014 10:52
    È a dir poco stupenda.

7 commenti:

  • Giorgia Spurio il 08/12/2014 13:40
    grazie Giulia!!!
  • Sergio Fravolini il 17/03/2011 09:42
    Una canzone molto bella...

    Sergio
  • Giorgia Spurio il 25/10/2009 12:05
    grazie grazie grazie, vincenzo...
  • Vincenzo Mottola il 25/10/2009 11:55
    Ha il sapore di canzone più che di racconto o poesia, ed è un complimento, perché c'è una melodia armoniosa sotto tutte quelle schegge sparpagliate di dolore, una sorta di ninna-nanna cantata ad un uomo morente... e non è forse così? Hai detto di un mio racconto che pur non essendo il tuo genere ti ha emozionata, beh, posso dire lo stesso di queste tue opere, e credo sia la vittoria più spasimata da noi scribacchini schiavi della parola e della fantasia. Brava, come sempre...
  • Giorgia Spurio il 21/10/2009 23:37
    grazie fabrizio...


    (grazie anche a stefania)
  • Anonimo il 21/10/2009 20:42
    Intenso e drammaticamente coinvolgente. Un' altro tuo splendido lavoro
  • stefania saglioni il 21/10/2009 15:35
    Di certo molto intensa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0