accedi   |   crea nuovo account

Affacciato sul porto

Ogni mattina mi alzo e vado fuori sul balcone ad osservare ciò che ha da offrirmi il paesaggio. Non mi ha mai deluso.
La vista di un simile spettacolo ti fa molto pensare. Quante ore ho passato seduto su questa sedia bianca...
Ogni volta che mi sono sentito giù per un fatto o per un altro sono sempre andato qui... questa vista mi ha sempre ridato il sorriso e riempito di gioia.
Oggi è una giornata particolare, mi è appena giunta una notizia molto triste... e credo che questo sia il miglior posto dove riflettere.
Io nella mia vita sono sempre stato un tipo molto solitario e tranquillo, tant'è che ho sempre avuto pochi amici proprio per questa mia tendenza. Purtroppo non ho mai avuto una donna, e ormai ho una certa età, sta incominciando pure per me la via del tramonto. Con le donne sono sempre stato una frana, in tutta la mia vita non sono mai riuscito a racimolare un bacio.
Da adolescente ho sofferto molto per questo fatto, io e la depressione eravamo una cosa sola e avrei tanto voluto porre fine a tutto. Poi però mi sono fatto coraggio e sono andato avanti per la mia vita nonostante il grande dolore.
Ho conosciuto una persona otto mesi fa, era così fantastica che manco mi sembrava reale. Si chiamava Giada, e incredibilmente con lei riuscivo a parlare con una spontaneità che non faceva parte minimamente del mio essere.
Era strabiliante come ci intedevamo a vicenda, prima ancora che pronunciavo una frase sembrava che lei avesse già capito cosa volevo dire. È nata una splendida amicizia, profonda... ci volevamo davvero bene e ci aiutavamo in qualsiasi problema.
E presto mi resi conto che mi ero innamorato, per la prima volta in tutta la mia vita.
Era pazzesco... non potevo credere in me stesso. Ogni giorno mi mettevo a ballare in questo appartamento come un imbecille pensando a lei.
I mesi passavano, e la nostra amicizia si rafforzava sempre di più, insieme all'amore che provavo.
Avevo paura a dirglielo, non lo nego. Ma non era una novità per come sono fatto io, ho sempre avuto paura di fare tutto. Però avevo fiducia in me, e sapevo che un giorno avrei trovato il coraggio e la forza di dire tutto senza alcun limite.
Il tempo passava... e passava... 8 mesi...
E proprio ieri sera c'è stata una svolta: mi ha chiamato al cellulare e ha pronunciato queste esatte parole "Senti io credo di essermi innamorata di te, sono in imbarazzo totale ci possiamo incontrare?"... Sono rimasto paralizzato... non ero più cosciente di me stesso... non sapevo cosa dire... ma poi ho ingoiato la saliva, mi sono fatto coraggio e le ho detto che anche io provavo i suoi stessi sentimenti. Lei si è messa a piangere. La sentivo piangere... Io ero contentissimo. Sorridevo e piangevo allo stesso momento, finalmente sono riuscito a dirle quello che provavo. Siamo stati molto tempo senza dire una parola col cellulare in mano. Minuti e minuti di silenzio, sentivo il suo respiro e il suo pianto... e anche lei sentiva il mio. Un lungo silenzio che sembrava non finire mai. Dopo molto tempo sono stato il primo a parlare... "Ci vogliamo vedere domani sera?" ho proposto. Lei ha acconsentito, e dopo ciò ci siamo salutati. Poche parole... e un lungo interminabile silenzio, timidezza, imbarazzo, paura, sogno e amore.

123

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 08/01/2011 21:54
    Molto bello.. Luigi.. l'Amore non ha confini... neanche quelli del destino..
  • Anonimo il 04/11/2009 16:40
    Piaciuta molto... davvero.
  • licia ambrosini il 04/11/2009 16:06
    si infatti ci sono alcuni errori... anche col congiuntivo... però è bella... mi sembra una storia già sentita, però è trascinante e l'ho letta tutta d'un fiato bella storia
  • Anonimo il 03/11/2009 22:19
    Prime righe ho pensato Huff! poi, un po' alla volta mi hai coinvolto lasciandomi in sosprnsione fino alla fine... Bel racconto! ( occhio agli errori di battitura ) ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0