username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La notte

Un'altra cicca va giù. Per lui ormai era un bisogno, non un vizio, il bisogno di ricordare chi era, per ricordare la sua risata perduta, come un urlo nel deserto. Fumare sul tetto oramai era per lui un rituale prima di ogni "missione", lo aiutava a non pensare alla vita che aveva scelto, sempre se si poteva chiamare vita tutto ciò. Non dormiva bene da tanto tempo, poichè la notte per lui non portava consiglio, ma rimorso: i rimorsi di aver detto "si" per 3000 euro, per premere un grilletto contro qualcuno di cui si sanno solo le abitudini. Gli dicono che non è importante sapere chi è, basta solo che vada a miglior vita.
È quasi l'ora. La pistola è pulita, il caricatore pieno e il cuore calmo, ormai di giorno sapeva controllare le sue emozioni. Ma la notte non gli permetteva di fare ciò: ogni volta che andava a trovarlo, la notte gli sussurrava nelle orecchie i loro nomi, i nomi di tutti coloro che lo aspettavano "dall'altra parte", la notte gli faceva vedere i loro funerali, facendogli sentire le urla dei figli e delle mogli, privati dall'unica cosa che li aiutava ad andare avanti; e la notte proiettava nella sua mentel'ultima immagine dei suoi "clienti": i suoi occhi scuri, cerchiati da occhiaie nere come la notte, gli occhi scuri come la notte, e tristi poichè speravano e cercavano il perdono di Dio.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 29/04/2011 22:59
  • Anonimo il 28/04/2011 20:00
    Pure questo raccontino breve nioente male, anzi prende prende
  • Ivan Bui il 16/03/2010 15:10
    ... prendo in prestito il commento di Ethel, ma più che lo stile (quello c'é é la forma, la struttura che va migliorata. Dimenticavo... mi é piaciuto molto.
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 19/11/2009 23:32
    bravo stile non male sai... inoltre la descrizione della scena e perfetta come scritto... bravo
  • Sabrina Ginaldi il 15/11/2009 21:15
    Ben scritto, tocca l'anima... molto coinvolgente!!!
  • Anonimo il 10/11/2009 20:44
    Prometti bene, giovane Lucci, coltiva la scrittura, leggi, studia e andrai lontano!
  • Ethel Vicard il 09/11/2009 12:35
    ... un contrasto... il bianco e il nero che si oppongono senza dare spazio a null'altro...
    Devi forse migliorare un po' lo stile... impara a rileggere, ma a non riflettere troppo su ciò che scrivi.. sei già sulla buona strada a quanto vedo..
    un bacio...
  • Anonimo il 08/11/2009 19:37
    Bello, riesce a prenderti