PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lordak ^dracula

Tutto e iniziato cinque mesi fa, premetto che chatto da parecchio tempo in vari canali, ma senza mai allontanrmi troppo dallla stanza che frecuento da ormai quattro lunghissimi anni e che per ovvie raggioni non posso mensionare. Molte erano state le mie delusioni inerenti alle avventure amorose su questo canale, e proprio quella sera, avevo avuto una batosta colossale, una di quelle delusioni
che ti avviliscono in modo esemplare. Premetto che essendo una ragazza molto religiosa e praticante non mi avventuravo mai in qui canali che ritenevo pericolosi.
Ma quella sera dopo l'ennesima pugnalata al cuore, decisi di trasgredire, e piena di collera e risentimento mi misi a girare tra i nomi delle stanze per cercare la piu sinistra e particolare
nella quale entrare. Ad un tratto mi fermai, era una stanza di vampiri, e immediatamente dopo decisi di entrarvi. Appena fui dentro salutai  tutti per educazione e cominciai a chiaccherare con loro, ad un tratto vedo un saluto rivolto a me da un certo nik dracula e non so perche' ma mi fu subito simpatico(molto piu degli altri). Ad un tratto una di loro mi offese pesantemente e io mi difesi in modo educato, al contrario di lei che invece infieriva su me in modo scurrile, e periferico. Ad un tratto mi disse qualcosa che mi urto molto
anche perchè ero gia incavolata di mio e li gli risposi per le rime: poi dracula si intromise dandoci delle pazze e mi chiamo' in privato come per proteggermi da lei dicendo:
< faresti meglio a non entrare piu qui non e un posto per te:> e io gli risposi:< allora vieni tu da me nella mia stanza quando vuoi:> lui accettò e dopo avergli detto il nome della chat me ne andai (intanto mentre uscivo di li avevo letto alcune bestemmie contro il sacro cosi decisi di non entravi mai piu). Tornai immediatamente al mio canale per vedere se dracula sarebbe davvero venuto da me e poco dopo infatti venne.
E inutile dirvi che piu i gorni passavano piu prendevo una cotta tremenda per lui, mi piaceva il suo modo di parlare, di comportarsi: non era uno che ti coccolava come gli altri, era freddo ma nello stesso tempo mi sapeva far sentire bene ed amata, ma a giorni alterni. Giunta ad punto da non poter piu stare lontana da lui, ogni volta che la sera non veniva, mettevo un muso lungo da qui a bolzano, e gli amici della chat vedendomi triste subito ne immaginavano la causa,
anche perchè io ormai non parlavo d'altro. Lui aveva sempre appoggiato i miei sentimenti per lui, ed era chiaro che voleva che io mi interssassi a lui. Una sera si batte per me nel mio canale (nel suo oramai non ci andava piu) perche un ragazzo
mi corteggiava, e lui ne sembro molto geloso, tanto da stare quasi a litigarci per me. Bastava una sera che non veniva e io gli mandavo fiumi di email, alcune arrabbiate altre dolci, per questo motivo e per gelosia da parte mia abbaimo litigato molte volte ma lui dopo avermela fatta pagare a mestiere, non venendo per un paio di giorni, poi tornava e mi perdonava. Sin dai primi giorni io gli diedi il mio numero di cellulare (mi avesse chimata una volta... manco per sbaglio) puo averlo fatto con l'anonimo ma non ci scommetterei nemmeno un soldo bucato. Non lo avevo visto in foto, ma si era descritto cosi" alto 1, 80 occhi verdi capeli neri kg. 100" nemmeno lui aveva visto mai me e pure io mi ero descritta a lui. Poi per non farla lunga, ci trasferimmo su messanger, ed io ero talmente innammorata che sbavavo appena vedevo collegarsi il suo contatto. Cosi decisi di fare qualcosa di bello per lui e fondai un nuovo canale in suo onore chiamato fiori, dove lo nominato da subito operatore e capo, lui veniva 5 minuti e se ne andava. Una sera allo stremo della pazienza perche lui era molto freddo con me, mi consigliai con un mio ex amico di chat, il quale mi consiglio di trattarlo malissimo e atterrarlo con le parole, (per una scioca superstizione credevo che questo amico essendo scorpione come dracula poteva sapere come va conquistato questo segno) non le avessi mai dato retta, presa dal malumore e dalla frennesia di vedermi trattata un po meglio gli scrissi un sacco di parole brutte(che nemmeno lontanamente pensavo)

12

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Ettorina Gerbelli il 14/04/2010 17:22
    questo racconto non mi convince. È un po confuso, forse dovrei rileggerlo con più attenzione.
  • anna gerace il 15/07/2009 16:41
    E che mistero c'è... meglio trasferirlo in racconti di amicizia non credi? a rileggerti
  • Emiliano Rizzo il 04/05/2008 11:57
    A parte gli errori grammaticali, si capisce che non è un racconto, nè che sia misterioso, bensì un tuo fatto che ti è accaduto realmente. Cura i refusi e la punteggiatura. Poi ad esempio prendi la frase "avevo avuto una batosta colossale, una di quelle delusioni che ti avviliscono in modo esemplare". Sviluppa quella, il tuo punto di vista sul motivo del "colossale", "avvilimento", cerca di fare capire al lettore da cosa nascono i tuoi sentimenti. Descrivi i fatti e le tue sensazioni. Auguri.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0