username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Io amo me!

E me ne vado. Ormai viaggiare per me non è così faticoso, anzi... ormai è un'abitudine. 18 anni che vivo su questo pianeta e non capisco tante cose. Non capisco gli umani! Sono come loro, vivo come loro, ho le loro abitudini: mangio, bevo, piango e rido. Ma cosa non va? Tutti mi escludono, mi guardano strano: con disprezzo!
Cosa ho fatto? Sarò brutto? Antipatico? Puzzo? No! E allora cosa ho? Sin da quando ero piccolo non ho mai avuto una persona che mi dicesse "sei il mio migliore amico"... ma se sono escluso da quando ero bambino vuol dire che c'è qualcosa che in me non va! Eppure lei mi ama e lei è voluta bene da molti... Sarà che è vero... sarà vero che la stupidità umana sia infinita come lo è l'universo, oppure perché sarò diverso. non nell'aspetto, ma nel cuore, nell'anima.
E perciò viaggio, viaggio e viaggio, nella speranza che un giorno trovi un amico e un posto dove vivere "sopra questo mondo" con lei. Non intendo uniformarmi alla massa per essere considerato normale, ma cammino in mezzo a voi umani a testa alta e a cuore impavido! Picchiatemi, insultatemi, sputatemi addosso! Io sono invulnerabile a queste cose!
Non cerco vendetta, non vi farò nessun torto, ma aspetto... aspetto il giorno in cui mi alzerò in volo! In cui mi innalzerò e in cui dimostrerò quanto bene e quante cose potrò fare e li allora capirete chi siete.. stupidi e uniformi! Uniformi perché ognuno di voi "umani" è uguale all'altro perché non ha avuto il coraggio di far "esplodere" la propria personalità per distinguersi! Perciò vi dico che io sono fiero di me e della mia donna, che mi è vicina! Io sono questo e nulla mi cambierà! Io sono una leggenda perché nessuno ha mai avuto il coraggio di ergersi e dire: " IO SONO UNICO", anzi
per dire "IO AMO ME STESSO"!

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 02/03/2010 11:52
    Apprezzo anch'io l'orgoglio della diversità, a 18 anni è davvero sintomo di grande coraggio e maturità. Un appunto: "e lei è voluta bene da molti... ": attento alla lingua se vuoi scrivere: si vuole bene A qualcuno, VOLER BENE non regge il complemento oggetto, è un grave errore.
    Dovevi scrivere "e molti le vogliono bene" oppure" e lei è amata da molti" oppure altro, ma non quello. OK? Continua a scrivere.
  • Cesira Sinibaldi il 27/02/2010 14:47
    Il tuo scritto, che appare autobiografico, è in sintonia con il tuo essere giovanissimo e va bene che tu per ora percepisca così la realtà... però io vorrei dirti che, al di là dell'omologazione di cui parlò per primo Pasolini, ogni essere umano è diverso dall'altro e, andando avanti con le esperienze, sarai tu a preferire un atteggiamento di apertura che avvicinerà gli altri a te e te a agli altri, e comprenderai anche agli "uniformi omologati". Tanti auguri per il tuo percorso e complimenti per la tua profondità.
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 19/11/2009 23:49
    mi trovi concorde su molti aspetti del tuo racconto, ma vedi inizierai a volare quando non vorrai più essere capito dagli altri. Il mondo e pieno di gente che ama se stessi e parla con chi è come loro. Quando non cercherai più nulla allora verrai cercato... spero di essere stata chiara perchè forse e un pensiero un po contorto. Cmq bel testo
  • Anonimo il 19/11/2009 23:31
    Grandioso, Paolino. Veramente grandioso, il tuo scrivere e il tuo Essere
  • Ethel Vicard il 17/11/2009 19:26
    ... il mio Uomo.. il mio Amore... sono fiera di te cucciolo =)
  • Ugo Mastrogiovanni il 16/11/2009 18:57
    La sincerità che Paolino Santaniello palesa in "Io amo me!" è un pregio di pochi. Chissà quanti la pensano come lui e non hanno il coraggio di dirlo, rimanendo chiusi nel proprio rovinoso egocentrismo. Io dico sempre che non si finisce mai di imparare dai giovani. Se avessi scritto qualcosa di simile ai miei tempi sarei stato emarginato da tutti; oggi io lodo Paolino per la sua lealtà.