PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Flusso d'una coscienza instabile

..(VISUALIZZAZIONE MENTALE DI UN SEPRENTE IN PROCINTO DI MORDERE)...
il fatto è che scrivere non serve a nulla o quasi
quindi credo che non scrivero' nemmeno una parola...
ecco lo vedi! questa stramba teoria a cui ho
dato il via libera di germogliare nel mio stomaco
il culto dell'inutilita' assimilare ogni cosa
all'idea di vuoto e di non-esistenza
ma a chi importa in fondo?
Chieder pace è chiedere troppo si sa
semplicemente non puoi averla ammesso che
qualcuno l'abbia mai desiderata sulserio.. e questa bastarda non mi si scollera' mai di dosso questo lo so ormai mi aderisce perfettamente
questa specie di strato viscoso ha i suoi confini tra la mia pelle e il mondo esterno
ed è una gran bastarda del cazzo una specie di barriera ectoplasmatica assorbe efficaciemente patimenti d'ogni genere e me li riversa all'interno sono il suo stomaco e devo digerire tutto fanculo! pero' che creatura curiosa molto camaleontico il modo nel quale cambia forma e consistenza nell'ergersi a muro impenetrabile fossato invalicabile guaina isolante quando da fuori benevole vibrazioni positive tentano la breccia e per cosa poi? la tragedia nasce sempre insieme a chi ne ha bisogno è questo il guaio senza lei non sei più nulla.. quindi è deciso non scrivero'...(VISUALIZZAZIONE MENTALE DEL SERPENTE CHE SFERRA IL MORSO)

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 15/05/2011 10:31
    Chiave di scrittura d'effetto...
  • maynard keenan il 02/12/2009 21:06
    Grazie, sempre troppo gentile

    .. e come disse una volta Bukowski.."Cio' che scrivo sono soltanto scarabocchi sul pavimento d'una gabbia"
  • Anonimo il 01/12/2009 23:12
    Questi stati d'nimo che sono rappresentati da questo serpente pronto a mordere, come questa sensazione d'inutilità
    dello scrivere e dell'analizzare la rabbia, la paura, la voglia di reagire ma l'impossibilità di farlo perchè alla fine quest'apatia prende il sopravvento e il serpente morde... basta non scrivo più..
    Bellissimo e inquietante, dall'inizio sono riuscita a seguire cercando di visualizzare e seguire questo concetto e la sua fine...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0