PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Per qualche milione di euro in più

Il cellulare squillò e lo smilzo dopo aver letto l'autore della chiamata rispose: "Cosa c'è?"
- C'è un problema...
" Senti, Carolina, ti sembra questo il momento? Sto per ricevere un altro Premio. Cerca di non rovinarmi la
giornata. Che c'è?"
- Sai Teresa com'è: salta di qui, salta di là, ha saltato la virgola!
"Ma che cazzo stai dicendo? Vuoi essere licenziata, o essere confinata al Call Center?"
- No. Non sto scherzando. Teresa ha fatto un pasticcio. In questo momento ci sono migliaia di clienti con il conto in rosso che presto ci chiederanno danni da tutte le parti d'Italia.
Lo smilzo, detto Sorriso, famoso per i suoi sorrisi da Destra, quanto da Sinistra. Un sorriso camaleontico che gli aveva permesso di incrementare il suo buonumore e il volume del suo portafoglio.
"Umhh... qui ci vuole un'idea geniale. Dobbiamo inventarci qualcosa!"
- Dottore, potremmo dire che c'è stato un errore contabile. Chi ce lo potrà obiettare? Esiste un presuntuoso capace di affermare che l'uomo è una macchina incapace di sbagliare?
"No! Meglio dare la colpa all'avvicendamento tecnologico. Nessun errore umano. Ne usciremo alla grande senza tirare in ballo uffici, filiali, o divisioni. E soprattutto non faremo nomi."
- Diremo che c'è stato un abbassamento della linea sul nostro circuito, così non faremo il nome di Teresa!
"No, Carolina. Diremo una cosa che nessuno potrà capire e sulla quale non riceveremo domande. Diremo che il problema è stato causato da un alleggerimento della piattaforma."
- Ma che significa?
"Nulla! Ma nessun giornalista che ce lo chiederà, pur di non sembrare ignorante. Cerca di capire che non serve essere precisi nel raccontare i nostri errori. La realtà va plasmata secondo il nostro volere. Questa è l'unica, vera, "mission" che sta al di là e al di sopra di ogni nostro obiettivo."
- Ah! Dottore, devo comunicarle una buona notizia! I colleghi della sicurezza hanno identificato e acciuffato
con la Polizia Postale, i pirati che il 10 ottobre modificarono la prima pagina del sito.
"Bene. Si dia il massimo risalto alla notizia. Si usi un linguaggio forte, capace di stordire. Si faccia immaginare che la nostra Azienda, se attaccata è capace di contrattaccare in modo duro, efficiente, spietato. Usate parole del tipo: i nostri esperti di Cyber Security, il pool Cyber Crime. I nostri nemici devono sapere che se producono un attacco informatico alla nostra rete, per loro si prospetta un palcoscenico spettrale, simile al film: 1999 fuga da New York."
- Dottore, quando parla così bene, io... La prossima settimana la riavremo tra noi?
"Prima mi concederò qualche giorno di riflessione al parco giochi di Disneyland, dove dovrò mettere in piedi il lancio del nuovo prodotto. Poi dovrò ritirare il premio al circolo bocciofilo dove ho gareggiato a chi aveva più soldi ed essendo il più ricco, ho vinto il primo premio."
- Ma lei è un vincente!
"Talvolta mi sforzo di essere un perdente, ma la mia natura prende sempre il sopravvento."
E intanto famelici gabbiani volavano nel cielo grigio dell'E42.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 11/12/2009 21:12
    Assomiglia tanto a qualcuno, Lo Smilzo protagonista del tuo racconto, gestisce il tutto come gli fa più comodo e ovviamente dove può trarne maggior profitto. Abituato a vincere, non si cura di niente e di nessuno, calpesta chiunque osa intralciarlo, volutamente o per caso.. ma è talmente potente che nessuno osa " sorridere" alle uscite del tipo "Vado a Disneyland a raccogliere le idee".
    però sono inquietanti quei gabbiani che volano in cielo affamati.. in cerca di carogne.
    piaciuto molto
  • Anonimo il 10/12/2009 23:13
    Piaciuto. Nullocrazia: preludio
  • Fabio Mancini il 07/12/2009 16:57
    Ciao, Daniela. Il titolo del mio racconto riprende il titolo del film western: "Per un pugno di dollari in più." Solo che qui invece si tratta di qualche milione di euro che lo Smilzo guadagna sulle spalle dei lavoratori. Ancora una volta, si preferisce premiare il singolo, anziché l'intero gruppo di lavoro che ha conseguito il risultato. Ancora una volta, a mettere timore è il freddo determinismo di certa gente piegata alla logica degli interessi di parte e impegnata all'autoglorificazione, piuttosto che impegnata allo svolgimento di un servizio alla comuniità. Graie, Fabio.
  • Anonimo il 07/12/2009 15:07
    Con quanta facilità riesce a pensare in modo sporco e ad evita, o proprio non pensa minimamente, a quella gente che
    si ritroverà con il conto in rosso.
    Questo è un racconto ma se soffermo un attimo capisco che noi siamo nelle mani di gente come "lo smilzo", senza
    reputazione e carichi di onnipotenza... spaventa quasi!!
    Bel racconto, spaventevole sotto un certo punto di vista...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0