accedi   |   crea nuovo account

È il vento

È il vento che muove i miei capelli,
e i tergicristalli che spostano piccole gocce di pioggia gelata, cristallizzata, che s'appiccicano al parabrezza impertinenti, mentre guardo afflitto il nero profondo che s'avanza dalla montagna, che mi separa da tè , che minaccia il mio guardare.
Apro ancor più il vetro, lasciando che l'aria fredda penetri profondamente.
Essa mi porta il tuo odore, e la tua spensieratezza,
che mi mancano da morire.
Odio coloro che hanno fortuna di parlarti, di toccarti, guardandoti negli occhi,
a mè è negato.
Continuo a guidare senza parlare, e cosa dovrei dire,
sono la causa.
La musica mi penetra mentre guido, ogni cellula e speranza si muovono con essa,
pensando al suono.
Corro verso i monti che t'appartengono, veloce, e mi chiedo perché,
perchè mi odi così, a tal punto.
Potessi solo sentire per un attimo, una frazione di tempo inpesabile, quanto sia l'amore che provo per te', quanto valga,
ne moriresti.
Il guardiano della cava mi osserva perplesso, camminare sotto la pioggia, parlando da solo, fumando.
Non capisce, non vede, non sa di quel caldo giorno d'estate,
quando insieme mangiavamo un ghiacciolo gelato ridendo, e tu sorridevi dicendomi che ero pazzo, perché volevo un figlio da tè, che eri già madre. Ma io ti amavo..
Diluvia davvero, ed io sono arrivato.
Sotto, posso vedere le luci del Natale, a Longarone.
Al di là tù, nel nero più intenso. Troppo lontana da mè. Irraggiungibile.
Il motore ruggisce piano, se la guardo sui fianchi, contento,
e se la pioggia lascia scie fumose del cofano mentre torna al cielo, lo vorrei anch'io, ma non mi è concesso.
Devo restare qui.
Mentre scendo a valle devo restare qui, a leggere i miei pensieri che corrono rapidi,
più veloci della mia auto veloce.
Devo restare qui.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0