PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Giocare con il tempo

In un grande cassetto d'un vecchio comò ho riposto vari oggetti.
Non sono d'oro son solo preziosi ricordi del cuore, c'è un po di tutto in quel cassetto, cartoline, biglietti augurali, album di fotografie, spille dorate regali di amiche care, c'è un bellissimo cannocchiale del mio papà, i doni dei miei figli, alcuni ventagli in ricordo di mia mammma e ancora tanti piccoli e amati ricordi.
Ma c'è una scatola dove gelosamente ho riposto varie fotografie
di tanti anni fa, le tengo insieme senza data, libere, scattate
in vari luoghi lontano nel tempo, mi piace vederle così mischiate
come se fosse... un mazzo di carte.
Delicatamente ne prendo una, non so mai cosa ci sia in quella fotografia, mentre la giro l'immagine appare e la mente inizia a pensare, è il gioco a ritroso del tempo ed io... inizio a giocare.
La prima foto è di mio padre, non era bello però aveva un magnifico sorriso, remoti ricordi mi attraversan la mente
quando da bimba giocavo con lui, le sue premure i suoi affanni.
La seconda foto è di una mia cara amica, mi par di udir ancora
la sua voce e l'allegra risata pur se ora lei non c'è più!
Un'altra foto la giro, io e mio fratello insieme, piccini,
ne prendo un'altra la giro, i miei bambini, li osservo,
quanto tempo è passato, ora adulti ed anche papà.
Prendo una foto la giro, c'è un volto sorridente è mia zia,
era bella davvero ed aveva un cuor d'oro, teneramente la poso tra loro. Altre foto, immagini diverse, pensieri e ricordi si alternano giocando con il tempo. Ancora una foto, la mia mamma
quando era giovane, meravigliosamente bella da far invidia ad una star, la mente vaga, ricorda fatti parole care, rimproveri
poi... l'ultima sua carezza.
Altre foto passano tra le dita come delicati fiori,
volti cari, ricordi a volte gai a volte tristi passano mentre il tempo scivola via, in silenzio teneramente guardo l'ultima fotografia. E la foto del mio matrimonio, eravamo proprio belli, sorridenti, lui aveva bellissimi riccioli neri io con lunghi capelli castani, splendidamente vestiti di gioventù.
Ma con il tempo c'è stato un cambiamento!
La mia chioma è ornata con fili d'argento e il mio bel sposo
da molti anni ormai non più, chissà se anche lui come me
avrebbe avuto fili d'argento?
Sospirando rimischio le fotografie perché vorrei giocare ancora con il tempo, ma l'ora è tarda e il gioco è finito.
Ripongo nella scatola le foto chiudo il cassetto e penso:
"Un altro giorno a Dio piacendo, vorrei giocare ancora a ritroso
con il tempo."

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0