PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Liberi

Ora tutto e pronto
e per tutti un giorno normale,
ma non per me che sto per saltare.
Il cuore e a mille per la paura che si trasforma in stupore,
sono pronto a non capire, tra un sorriso ed il terrore
l'attesa era finita e il sogno si stava per avverare,
ora finalmente avrei potuto volare.
L'aereo decolla e con lei anche tutte le mie paure,
che effetto vedere da un lato la calma indifferente,
e dall'altra il vuoto poi il niente.
Ma ora ci siamo, tocca a me continuandomi a chiedere:perché!?
Non volevo, mi dicevo proprio mentre ormai saltavo,
e la paura di quel non sapere, svaniva.
Il vuoto, l'aria.. Ero io sopra il Mondo,
non capivo e non credevo che di quel piccolo punto nero,
ero io prima un tranquillo passeggero.
Avrei voluto dire e avrei voluto fare,
ma non mi restava altro, che con l'aria danzare,
perché il resto sono solo parole per descrivere a te,
come una mia passione si sia trasformata
in un unica e grande emozione.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Jurjevic Marina il 08/12/2009 15:24
    La passione che si è trasformata... danzare nell'aria.. essere libero.
    Caro Danilo, per te tutto è poesia.. e io posso solo essere felice di aver la fortuna di leggerti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0