PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La roccia dell'amore

La storia si apre con una passeggiata di un padre e di un figlio, in un parco. Era una bellissima giornata di giugno, e in quel parco c'era tanta gente. Lo sguardo del figlio andò su una roccia a forma di cuore. Il figlio chiese al padre perché quella roccia era a forma di cuore, e cosi precisa.
Il padre stette un po' a pensare, e subito iniziò a raccontare:

Molti anni fa, una coppia di fidanzati passeggiava in questo parco. Era l'alba di un ferragosto. I due dopo aver passeggiato a lungo si fermarono davanti ad una roccia per riposarsi. Il loro amore era cosi forte, cosi grande che temevano che un giorno si sarebbe spento. Non riuscivano nemmeno a immaginare cosa sarebbe successo se quell'incantesimo fosse svanito. Cosi i due decisero di giurare il loro amore su quella roccia che avevano davanti. Cosa è meglio di una roccia forte, robusta che non cambia mai le sue dimensioni? Si chiesero i due. Cosi i due si presero per mano, è l'altra mano che avevano libera la misero sulla roccia e fecero il loro giuramento. Un giuramento che non avrebbe mai fatto mutare il loro amore. Ora il loro amore, il loro pensiero vive qui, in questa roccia. Il loro amore ha trasformato una semplice roccia a forma di cuore.
Come allora, anche adesso, molti giovani vengono a pregare davanti a questo cuore, affinchè il loro amore non cambi mai, proprio come quei due fidanzati.

Dopo aver ascoltato questa storia, il bambino tornò a casa, e il suo pensiero era solo uno: Quando mi fidanzerò anche io andrò a pregare davanti a quella roccia.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/09/2012 11:01
    ... una storiella d'altri tempi
    ben curata nei particolari,
    complimenti.

2 commenti:

  • Giacomo Passalacqua il 26/12/2009 17:23
    sono d'accordo con vincenzo. bello spunto e semplicità nella chiusura.
  • vincent corbo il 26/12/2009 13:49
    Una storia semplice ma molto suggestiva.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0