username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dialoghi sulla politica

Mi scusi Signor Maestro, ma perché lei pensa che la politica sia un'arte e non un lavoro?
Rispondimi Paolo, cose è per te l'arte?
Arte è esprimere il bello che è dentro di noi, Signor Maestro
E quale pensi che sia la cosa più bella che possa fare un uomo?
Aiutare qualcuno che sta male, farlo sorridere, regalargli una vita migliore.
E ora Paolo dimmi, di che cosa si occupano gli uomini politici.
Di organizzare la vita dei cittadini, di far che tutto funzioni,
Secondo te se tutto è organizzato correttamente, tutti abbiamo una vita migliore?
Si signor Maestro
Vedi ragazzo, per questo la Politica è un'arte, è l'arte di aiutare gli uomini a migliorare la propria vita.
Mi scusi Signor Maestro, ma se i politici organizzano tutto, perché la gente sta ancora male?
Perchè i politici sono uomini come noi e la nostra arte non è mai perfetta, anzi solo quella di pochi si avvicina al bello... molti si accontentano del mediocre.
Ma i politici non dovrebbero essere i uomini più capaci? Più altruisti, più inteligenti? Il meglio della nostra societa? L'arte non dovrebbe essere dentro di loro?

Paolo come sono gli uomini migliori?

Altruisti e generosi, spiriti disinteressati.

E i ricchi e i potenti normalmente sono persone più generose e altruiste degli altri?

No Signor Maestro, di solito sono egoisti e prepotenti.

Ci sono molti ricchi e potenti tra i politici?

Si signor Maestro, quasi tutti.

Vedi Paolo per questo le ingiustizie continuano ad aumentare, la politica continua a essere un'arte... ma l'arte ha bisogno di un'artista per esprimere la sua bellezza.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Ellebi il 31/01/2012 00:08
    Ma in un sistema democratico non comandano i migliori i più capaci i più intelligenti, ma quelli che ottengono maggior consenso, per fortuna. Chi sono i migliori, migliori in cosa poi, e i più intelligenti perchè dovrebbero essere migliori, e i più generosi perchè dovrebbero governare meglio non essendo la generosità sinonimo di capacità. Accontentiamoci della democrazia del consenso sperando che nella pratica del voto ci sia qualche capace qualche intelligente e qualche generoso e soprattutto sia scelto qualcuno che sia predisposto e impari l'arte di governare.
  • giancarlo milone il 04/02/2010 13:03
    grazie del commento, il rapporto tra ricchezza e egoismo non è un'equazione, sono d'accordo, ma è comune e frequente, per questo nel testo:
    "di solito sono egoisti e prepotenti".
    Grazie per l'interessamento e l'opinione
    ciao giancarlo
  • Anonimo il 04/02/2010 12:52
    Già, tutta la vita dovrebbe essere arte. Non condivido l'equazione "ricchezza=egoismo", perché, anche se estremamente rari ci sono ricchi che donano tutto quanto esce dalla necessità di mantenersi comunque ricchi e in grado di donare ancora senza fallire per questo. Junius è premio Nobel per l'economia ed è colui che ha aperto il credito ai poveri del terzo mondo. Ovviamente berlusconi è la prova che il tuo racconto ha più che un senso, nei confronti di coloro che attribuiscono alle persone ricche anche l'onestà di conseguenza e che, purtroppo, oggi sono la maggioranza in Italia. Una maggioranza stupida, malvagia e mafiosa.
  • giancarlo milone il 04/02/2010 07:02
    grazie a entrambi
  • gian paolo toschi il 29/01/2010 18:59
    Interessante questa maieutica socratica applicata. Una vena di qualunquismo, ma comunque buona.
  • Anonimo il 29/01/2010 17:46
    Un bel racconto sulla realtà politica, tutto da meditare!