PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Processo a me stesso

Chi sei?
Sono te stesso.
Me stesso??
Si te stesso. Il te stesso che sta dentro di te, unito al te stesso all'interno di chi ti conosce...
Perchè sto male?
Lo chiedo a te. Perchè stai male?
Io non voglio stare male.
Perchè non vuoi stare male?
Perchè mi mancherebbe la serenità. Senza serenità non si può che stare male!
Cosa potrebbe farti stare meglio?
Stimoli, amore, comprensione... Non lo sò...
Da chi?
Sai da chi. Dovresti saperlo! Tu sei me stesso!!!
Si, io sono te stesso.
Allora vorrei essere compreso meglio anche da te...!!!
Per adesso non ti capisco.


Siamo diversi? Cosa ci rende diversi?
Non tutti hanno la stessa visione di te. Neanch'io. Io sono l'unione di tutti i te stesso all'interno di chi ti conosce, più il te stesso che sta dentro di te.
Sto sbagliando?
Sai che io penso che tu stia sbagliando.
In cosa?
Nel non volere quello che vuoi, ne sono convinto.
Forse hai ragione. Forse basterebbe essere sinceri con se stessi. Ma non so se si tratta questo...
E allora di cosa si tratta?
Non lo so. Forse di questo. Forse sono solo tue opinioni.
Tu stai cambiando.
Io non sto cambiando! Io sto male, male con me stesso. E quando si sta male si cambia!
Secondo me tu sei cambiato.
Forse. O forse sto semplicemente cercando di cambiare per superare certe difficoltà.
E tu? cosa pensi del te stesso che sta dentro gli altri? Cosa pensi di me?
Io ti odio...

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Len Hart il 17/05/2015 10:58
    molto bella e accurata nell'introspezione, compl!!!
  • Anonimo il 03/12/2010 20:20
    Mh... spero davvero non sia un odio autentico... Non sempre ascoltare se stessi significa avere accesso a se stessi... Per far questo c'è bisogno di una vera scuola, di 'saper entrare', anzitutto, in se stessi... Quasi nessuno riesce a corrispondere perfettamente all'autentico se stesso, quasi nessuno riesce a dire e fare esattamente ciò che dovrebbe, quando dovrebbe, con l'intensità che dovrebbe metterci. Essere ciò che dovrebbe essere. È il tentativo di tutta una vita, questa totale corrispondenza. I libri secondo me sono strade essenziali per avere accesso ai propri desideri; indicherei 'La Storia Infinita' fra tutti.