accedi   |   crea nuovo account

Da lontano

Sentire la vita scivolare accanto, sentire i secondi trascorrere, i minuti passare, le ore scavare nell'anima.
È così da quando non ci sei, da quando non bacio le tue labbra, da quando non osservo il tuo viso, da quando non tocco le tue mani, da quando non ascolto la tua voce, da quando posso solo leggere il nostro Amore, senza vederlo, senza toccarlo, senza ascoltarlo, senza... te.
Pensare che mentre scrivo, tu sei in un altro posto, con altre persone, con cui sorridi, con cui sei felice, con cui potresti fare cose che tacerai.
Pensare che scrivi di amarmi, con le stesse dita che magari hanno toccato poche ore prima un altro.
Pensare che guardandomi negli occhi avrai ancora il coraggio di mentire, fin quando quel coraggio si trasformerà in vile, egoista sincerità, e mi dirai tutto.
Pensare che nonostante tutto, non saprei vivere senza di te, pensare che non sono pronto a farlo, pensare che soffrirò come mai ho sofferto.
Pensare che qualche giorno fa abbiamo fatto l'amore, abbiamo passato un'intera notte l'uno abbracciato all'altro, e ancora un'intera giornata insieme.
Pensare poi che per più di una settimana non ti potrò avere.
È come provare il paradiso per un giorno, ed essere obbligati all'inferno per sette, non avendo la certezza che quel paradiso ritornerà così com'era.
Domandandomi cosa fai, dove sei, con chi sei, con chi avrai passato la notte e come... domandandomi se farai qualcosa di stupido, che 'resterà lì'.
L'Amore per te riempie le mie giornate monotone, corrose dai dubbi.
Ogni messaggio è linfa vitale, ma di breve durata.
Ogni ora ho voglia di allontanarmi ed allontanarti, non pensare, non provare niente.
Ogni ora ti voglio sempre più qui accanto.
Ogni secondo, di ogni minuto, di ogni ora, di ogni giornata di questa stupida vita, non riesco a fare a meno di amarti.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 03/04/2010 13:28
    Sembrano dettati da un flusso di coscienza questi pensieri... eppure li trovo ben composti e scorrevoli. Le emozioni sono quelle comuni (ma non banali) di un innamorato combattuto tra la voglia di vivere i propri sentimenti in maniera totalizzante e quella di rinunciarvi. C'è tutto in questo breve frammento: la malinconia, la voglia di lottare, lo sconforto e la coppia paradiso-inferno così caratteristica di ogni vicenda del cuore. La vita insegna, all'amore non ci si può opporre ma... coraggio!
  • Carmelo Trianni il 01/04/2010 16:00
    Tante emozioni e tanta tristezza. E poi, tanto amore, desiderio paure... Un piccolo racconto pieno di sentimento. Mi è piaciuto tanto!
    Saluti
  • Samuele Pastorino il 31/03/2010 01:30
    Fantastico... sarà che mi ricorda come mi sento, ma trovo questo racconto bellissimo; complimenti, cinque stelle, e ciao!
  • Edmond Dantès il 22/02/2010 00:00
    Vi ringrazio per i complimenti.. in ogni caso non è nè l'uno nè l'altro.. parla di un amore soggetto ad una breve lontananza (7 giorni) e dell'asfissia mentale di colui che sa la sua donna lontana, magari con qualcuno...è la paura il filo conduttore di questo brevissimo racconto..
  • ADELA MARIA OPRICA il 20/02/2010 09:39
    bravo e molto bella veramente, molto toccante.
  • Fuvell Altego il 19/02/2010 23:20
    Il racconto è intenso e pieno di emozioni, non riesco a capire se trattasi di amore perduto o di amore furtivo di pochi momenti concessi rispetto a quello concesso ad un altro.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0