accedi   |   crea nuovo account

Rivisitazione della Divina commedia (prima parte)

Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ricordai che lasciato acceso il gas, avevo.
Ordunque, per risolvere tal asfissiante problema, ritornai indietro, sui miei passi, quando d'un tratto arrivai davanti casa.
In lontananza, però, mi parve d'osservare sull'uscio della mia porta, una donna in lunga toga nera.
Mi parve opportuno ritenere che la scura donna una venditrice Avon fosse. Mi parve opportuno pensarlo, soprattutto per i tempi in cui si svolsero i fatti che narrando vi stò.
Con far furtivo, allora, ad avvicinarmi iniziai. Nel contempo, mi accorsi però di aver calpestato anche un escremento di cane, e di certo non poevo andar ad accogliere l'ospite così conciato. Fortunatamente, al momento del calpestaggio, passava di lì un marocchin venditore di Nike, e ne comprai un paio per sol dieci €uri.
Più tempo non c'era, iniziai a correre verso la donna di scur vestita, quando d'un tratto ella s'accorse di me. Iniziò a mettere la mano nella toga, e io dovetti prendere una drastica decision: sapevo ben bene che la furba donna stava per tirar fuori un campione di "Rimmel: London look", ma io l'anticipai, e con un bel gancio destro l'atterrai.
La donna in terra era, in fin di vita, quando io le scoprìì il capo:... con enorme stupore, vidi che non si trattava d'altri che... Beatrice!
La povera donna, mi disse: "Oh, Dante, ero venuta (finalmente) a donartela!" ed io mi lasciai andare in un disperato grido di rabbia, e al tempo stesso, mi inginocchiai su un altro escremento di cane, ma purtroppo non passava di lì nessun marocchin venditore di tuniche D&G.
Come recitava l'antico proverbio... due escrementoni per una patata.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 22/09/2011 16:36
    Veramente originale... molto molto ironico. la fantasia indica sempre intelligenza: se è così dovresti essere un genio... ahahah... ciaociao, e bravo.
  • B. S. il 24/02/2010 18:18
    Davvero molto simpatica la tua versione... ridotta... e poi Dante con le Nike da pochi Euri è uno spasso!
    Bravo!
  • Anonimo il 24/02/2010 17:11
    Mi hai fatto sorridere! Però le cacche dei cani all'inferno non ci stavano e poi, chissà cosa avrebbe fatto Dante se Beatrice gli avesse detto "Oh, Dante, ero venuta (finalmente) a donartela!" Rimarrà un mistero.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0