accedi   |   crea nuovo account

Il buio

Seduto su pavimento che mi sostiene sicuro, tutto intorno il buio si impadronisce di me, e col suo silenzio mi dice "Pensa". Giro la faccia, e vedo uno scorcio di luna dalle persiane, che pare voglia portarmi in salvo, chiedendomi di aprire la porta per ammirare la sua bellezza fine a se stessa, invidiosa, la luna, dell'importanza che ha x me il buio. Mentre lei se ne sta la su, a mostrarsi a tutti come una bella e vanitosa principessa irraggiungibile, io voglio stare qua, ancora e per sempre prigioniero di ciò che pur essendo cosi' effimero ed evanescente, ti fa capire tante cose, come un amico ti da consigli, ti culla ed ogni notte ti trasporta dolcemente nel mondo dei sogni, dove lui sa bene che troveremo ottimo conforto... notte, Buio.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Marcello Insinna il 28/10/2011 14:50
    Un capovolgimento di ruoli e sensazioni: il buio di solito contenitore di incubi e angosce, qui appare come un momento di intima consapevolezza, mentre la luce spesso liberatrice, è considerata un elemento di disturbo. Mi piace!
  • Anonimo il 05/03/2010 16:10
    Importante è accorgersi del buio e fissare i pensieri verso la luce!