PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Osservare da lassù

Per me la cosa più ella che esiste, è volare. salire alto nel cielo, distendere e ali e lievemente planare giù. Quando mi butto in picchiata da un alta vetta... è fantastico. Sento il vento che mi viene tutto addosso. Ed in quel preciso istnte mi sembra di rinascere. Come tornare a nuova vita. Dacchè, chiudo gli occhi.. distendo le ali.. e milascio trasportare dalla brezza. Mi lascio andare. Per poi risalire e nuovamente partire in picchiata. Verso un mondo inesplorato; di sicuro ricco di meraviglie e beltà. Osservo gli abitanti che risiedono laggiù. E provo pena nei loro confronti. Perchè non è data loro la possibilità di librarsi in volo, come faccio io. Sicchè... me ne rammarico. Quante cose straordinarie si perdono. E godo, della mia immensa fortuna volteggiando alto e leggero nel cielo blu.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Mauro Moscone il 15/11/2011 07:18
    Bella sensazione di leggerezza... mi hai fatto sentire più magro, grazie
  • tania rybak il 11/04/2010 00:33
    Massimo naturalmente scherzava, fai bene a volare, libero come un angelo, libero dalle schiavitù di questo mondo,è una virtù saper volare lontano e sapersi liberare dalle sciocchezze quotidiane, bravissimo
  • Anonimo il 25/03/2010 07:46
    Un punto di vista che mette tutti gli insetti dotati di ali in uno stato di superiorità rispetto all'uomo e, almeno per quel che riguarda questo scritto, non oso dare torto all'autore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0